rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
SIRIA

Siria, la strage infinita: uccise 200 persone

Secondo la denuncia dell'Osservatorio per i diritti umani, le truppe siriane avrebbero bombardato un villaggio con carri armati ed elicotteri. I Fratelli musulmani: "Colpa di Annan"

Se la notizia venisse confermata, il massacro del villaggio di Treimsa sarebbe uno degli eventi più sanguinosi in Siria dall'inizio del conflitto, dopo la strage di Houla del 25 maggio scorso, quando gli uomini fedeli al regime uccisero almeno 108 persone.

La denuncia dell'Osservatorio siriano per i diritti umani parla di eventi terribili: le truppe siriane avrebbero bombardato con carri armati ed elicotteri il villaggio di Treimsa, nel centro del Paese, uccidendo circa 200 persone.

"HANNO BOMBARDATO SUL VILLAGGIO" -
"Le truppe governative hanno bombardato usando carri armati ed elicotteri", ha detto il presidente dell'Osservatorio, Rami Abdel Rahman, precisando alla France Presse che i corpi di 30 persone sarebbero già stati identificati. "Alcuni parlano di un numero maggiore di vittime - ha aggiunto - ma anche se fossero circa 200, specialmente considerando quanto è piccolo il villaggio, potrebbe essere il peggior massacro compiuto in Siria dall'inizio della rivoluzione".

BILANCIO DELLE VITTIME FORSE PIU' ALTO - Secondo un leader dei ribelli, Abu Mohamad, comandante di un gruppo che opera più a nord, nell'attacco sarebbero morte più di 200 persone. Abu Mohamad ha precisato di essere in contatto telefonico con un abitante di Treimsa, secondo cui le truppe di Damasco sarebbero posizionate su colline a pochi chilometri dal villaggio.

"COLPA DI ANNAN, IRAN E RUSSIA" - I Fratelli musulmani della Siria hanno accusato oggi l'inviato dell'Onu e della Lega araba Kofi Annan, l'Iran e la Russia, di essere responsabili, per la loro inazione, del massacro di Treimsa. "Noi non consideriamo il mostro Bashar come il solo responsabile dell'orribile crimine, ma anche Kofi Annan, i russi e gli iraniani, e tutti i paesi del mondo che pretendono di essere responsabili della protezione della pace e della stabilità nel mondo, e che poi rimangono in silenzio", ha affermato la confraternita in un comunicato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, la strage infinita: uccise 200 persone

Today è in caricamento