rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
DATAGATE / Russia

L'ex dissidente sovietica: "Edward Snowden va punito"

Liudmila Alexeieva, storica responsabile del gruppo di Helsinki a Mosca, ritiene che la 'talpa' del Datagate, Edward Snowden, vada punito nel caso abbia commesso reati violando segreti di Stato

L'ex dissidente sovietica Liudmila Alexeieva, storica responsabile del gruppo di Helsinki a Mosca, ritiene che la 'talpa' del Datagate, Edward Snowden, vada punito nel caso abbia commesso reati violando segreti di Stato.

"Non conosco le leggi americane, ma se quest'uomo aveva un accesso a dati segreti, e se si e' impegnato a tenerli segreti e poi ha divulgato un segreto di Stato, allora ha commesso un reato. Come persona che ha commesso un reato va punito", ha osservata, citata da Interfax. "Se invece nella vicenda di Snowden non c'e' divulgazione di segreti di Stato, se lui ha reso di dominio pubblico dati sulla violazione della legge da parte di funzionari pubblici, in questo caso il suo destino suscista compassione", ha aggiunto.

Il premio Nobel per la Letteratura Mario Vargas Llosa ha definito "inaccettabile" il trattamento che alcuni Paesi europei hanno riservato al presidente della Bolivia, Evo Morales, sospettando che a bordo del suo aereo, di ritorno dalla Russia, viaggiasse Edward Snowden. Si tratta di un "fatto inaccettabile, che merita di essere criticato" e Morales "e' una vittima" di tutta la vicenda, ha detto Vargas Llosa da Madrid, dove ha presieduto un incontro sulla liberta' di sampa in America Latina. Parlando della 'talpa' della Nsa, il premio Nobel per la Letteratura ha detto di sperare che "non finisca in esilio in America Latina" e di non avere "nessuna simpatia per lui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex dissidente sovietica: "Edward Snowden va punito"

Today è in caricamento