rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Mondo

I selfie dei soldati russi rivelano la loro posizione e gli ucraini li bombardano: il video

I nuovi mobilitati arrivati al fronte si trovavano in un ex centro di villeggiatura a Kherson hanno rivelato la loro posizione pubblicando video e foto. Sotto accusa i generali russi, anche perché non è la prima volta che accade

I soldati russi usano gli smartphone per comunicare e gli ucraini li localizzano, bombardandoli. Nella guerra in Ucraina è già successo più volte, che un uso scellerato dei telefoni portasse i russi a farsi localizzare e distruggere. Per ultimo, un centro di villeggiatura nella regione di Kherson utilizzato come base dalle forze russe, distrutto da attacchi ucraini durante la notte. Il centro è stato colpito dopo che alcuni soldati russi hanno postato sui social selfie e foto della struttura.

Anche a Tokmak, nel Sud-Est dell'Ucraina, un'altra base piena di soldati russi è stata colpita durante la notte, pare proprio grazie alle intercettazioni telefoniche. Il comando russo sta cercando di bandiare il più possibile l'uso degli degli smartphone, che però a volte è reso necessario dalle difficoltà d'uso della radio al fronte. 

L'attacco a Makiivka: incertezza sul numero delle vittime

L'elevato utilizzo dei cellulari da parte dei soldati russi arrivati a Makiivka, nel Donetsk, ha permesso alle forze ucraine di localizzare la stuttura militare e di sferrare un attacco che nela notte di Capodanno avrebbe causato 400 morti secondo fonti ucraine.

I russi sostengono che i morti sono 63. L'attacco "è stato causato dall'uso attivo dei telefoni cellulari da parte dei militari in arrivo - riferiscono le forze dell'ordine della repubblica di Donetsk, come riporta l'agenzia di stampa russa Tass -, il nemico ha usato un complesso di ricognizione Echelon per identificare l'attività dei cellulari e la posizione" di chi li stava usando.

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I selfie dei soldati russi rivelano la loro posizione e gli ucraini li bombardano: il video

Today è in caricamento