rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023

Da Treviso alla Siria: la storia di Sonia, combattente a soli 20 anni per l'Isis

La giovane ha due bambini piccoli e ha da poco perso il marito, ucciso in combattimento. Scovata in un campo profughi siriano, indossa il burqa e ora vorrebbe tornare in Italia

Ha 21 anni e due figli piccoli, da poco ha perso il marito ucciso in combattimento ed è una miliziana dell'Isis. Lei è la 21enne Sonia Khediri, originaria di Onè di Fonte, Treviso (dove i genitori si sono trasferiti trent'anni fa dalla Tunisia) e ormai da oltre un anno in Siria per stare a fianco della nota organizzazione jihadista. La sua scomparsa improvvisa dalla Marca per arruolarsi nel Medio Oriente aveva destato molto scalpore, sia a livello locale che nazionale, ma fino a qualche giorno fa se ne erano perse completamente le tracce.

Come però riporta il "Corriere del Veneto", grazie allo scrupoloso lavoro di due giornalisti italiani, la ragazza è stata scovata in un campo profughi siriano a Ein Hissa, pochi chilometri dalla semidistrutta Raqqa, che ospita oltre duecentomila sfollati. Qui Sonia indossa il 'burqa', unica tra le tante donne europee che hanno sposato i guerriglieri Daesh negli ultimi anni. Non sta però insieme alle altre spose combattenti, circa un centinaio alloggiate poco distante, forse perché il suo desiderio, ora nemmeno troppo nascosto, è quello di tornare in Italia per dare un futuro ai suoi figli.

La storia di Sonia, combattente a soli 20 anni per l'Isis: continua a leggere su TrevisoToday
 

Video popolari

Da Treviso alla Siria: la storia di Sonia, combattente a soli 20 anni per l'Isis

Today è in caricamento