Domenica, 16 Maggio 2021
Il caso / Stati Uniti d'America

Sospettato di omicidio viene rilasciato per errore ed esce dal carcere: è caccia all’uomo

Il caso scuote New York. Le autorità hanno diffuso la sua foto segnaletica e un invito alla cittadinanza: il fuggitivo non deve essere avvicinato per nessun motivo. Il sindaco De Blasio: quanto accaduto è “molto frustrante”

Un “banale” errore ha portato alla scarcerazione di un uomo in attesa di essere processato perché sospetto di aver commesso un omicidio, il quale così è potuto uscire dal carcere e far perdere le proprie tracce. A quindi in corso una caccia all’uomo per rintracciare Christopher Buggs, 26enne rilasciato per errore dal carcere di Rikers Islands, a New York. Le autorità hanno diffuso la sua foto segnaletica e un invito alla cittadinanza: Buggs non deve essere avvicinato per nessun motivo, si tratta di un soggetto molto pericoloso. 

Il sindaco di New York, Bill De Blasio, ha confermato l’incidente e ha ricostruito la catena di eventi che ha portato alla scarcerazione di Christopher Buggs. L’uomo era accusato di aver ucciso un uomo a Brooklyn nel 2018 ed era in attesa del processo. Buggs era stato condannato a 30 giorni di prigione per un altro caso, che è stato invece confuso con quello riguardante l’omicidio di Brooklyn e perciò il 26enne è stato rilasciato, sfortunatamente. 

Quando accaduto, ha detto De Blasio, sarà oggetto di indagini approfondite affinché non si ripeta mai più. Il sindaco ha definito la vicenda “molto frustrante”. 

Christopher Buggs, accusato di omicidio e scarcerato per errore a New York

Secondo quanto ricostruito, Buggs è stato condannato una pena ridotta per oltraggio dopo che lo scorso 16 febbraio aveva insultato il giudice della Corte Suprema di Brooklyn che aveva respinto la sua richiesta di cauzione. Buggs sarebbe stato quindi scarcerato, senza che i funzionari preposti si rendessero conto che in realtà avrebbe dovuto continuare a restare in prigione perché su di lui pendeva ancora l’accusa di omicidio. Christopher Buggs è accusato di aver ucciso Ernest BrownLee, 55 anni, durante una lite all’esterno di un minimarket. L’uomo è stato arrestato il 3 febbraio 2018, tre giorni dopo la morte di BrownLee.

Secondo fonti della polizia, scrive il New York Post, i funzionari della prigione avrebbero aspettato dodici ore prima informare Il NYPD (il dipartimento della polizia di New York) della scarcerazione di Buggs. 

Una volta rilasciato, Buggs, è stato fatto uscire da Rikers e ha preso uno degli autobus che trasportano i detenuti fuori dall’isola quando vengono scarcerati. Ora gli investigatori stanno esaminando i filmati delle videocamere di sorveglianza per cercare di capire dove Buggs può essere sceso. La polizia ha diffuso una sua foto e una breve descrizione: è alto 165 cm e pesa all’incirca 72 kg, ha una cicatrice sulla guancia e un tatuaggio sul collo con il simbolo del dollaro.

christopher buggs-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospettato di omicidio viene rilasciato per errore ed esce dal carcere: è caccia all’uomo

Today è in caricamento