rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Mondo Argentina

Nessuna speranza di ritrovare vivo l'equipaggio del San Juan

La Marina argentina ha comunicato di non "sperare più di ritrovare in vita" l'equipaggio del sottomarino militare San Juan, scomparso dal 15 novembre, ma continuano le ricerche

Fine delle speranze, non delle ricerche. La Marina argentina ha detto di non sperare più di ritrovare in vita l'equipaggio del sottomarino militare San Juan, scomparso dal 15 novembre, mentre proseguono le operazioni per tentare di recuperare il sommergibile nell'Atlantico meridionale. Secondo gli esperti, il sottomarino è affondato a circa 450 chilometri al largo della costa della Patagonia, poche ore dopo aver segnalato un'infiltrazione di acqua, un inizio di incendio a bordo e danni al sistema delle batterie che alimenta il mezzo dotato di motori diesel.

Nel corso di una drammatica conferenza stampa a Buenos Aires, il portavoce della Marina, Enrique Balbi, ha annunciato che la fase di "ricerca e soccorso" è terminata e che ora si prosegue nella ricerca del sottomarino, probabilmente a 900 metri di profondità. "La speranza di vita è pari a zero. Siamo nel bel mezzo di una tragedia. L'atmosfera all'interno della Marina è di assoluto sgomento, angoscia e dolore. Abbiamo perso 44 compagni", ha detto alla France presse un ufficiale della Marina argentina che ha chiesto l'anonimato.

La Marina ha spiegato che fino a ora le ricerche condotte da una coalizione internazionale "non hanno permesso di scoprire il minimo elemento del naufragio nelle aree esplorate", che sono andate avanti "il doppio del tempo" stimato per la sopravvivenza dei marinai a bordo del sommergibile.

L'ultimo messaggio del sottomarino scomparso: "Entra acqua nelle batterie"

Gli ultimi messaggi

Alle 0.30 del 15 novembre, il comandante del San Juan ha informato con una telefonata satellitare di un ingresso di acqua nel sottomarino, che ha scatenato un corto circuito e un principio di incendio. Sette ore dopo, nel suo ultimo contatto per telefonia satellitare, il San Juan ha informato che navigava in immersione, secondo la rotta pevista. Tre ore più tardi le agenzie internazionale di monitoraggio degli esperimenti nucleari hanno rilevato una "anomalia idro-acustica "compatibile con una esplosione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna speranza di ritrovare vivo l'equipaggio del San Juan

Today è in caricamento