Martedì, 28 Settembre 2021
Mondo Pesaro e Urbino

"Italiani immigrati illegali", band musicale di Pesaro espulsa dagli Usa

La rock band di Pesaro Soviet Soviet aveva in programma un tour promozionale negli Stati Uniti ma non sono nemmeno riusciti a mettere piede fuori dall'aeroporto di Seattle. "Dopo una notte in carcere siamo stati deportati"

SEATTLE (Stati Uniti) - Il gruppo italiano Soviet Soviet è stato deportato dagli Stati Uniti per aver cercato di esibirsi al SXSW, il festival musicale South by Southwest. Il gruppo rock band di Pesaro non è riuscito nemmeno a mettere piede fuori dall’aeroporto: è stato arrestato e trascorso una notte in carcere per ''immigrazione illegale'' prima di essere deportato in Italia nei giorni scorsi.

I Soviet Soviet affermano di essere stati in possesso dei documenti necessari per esibirsi: si trattava di un'esibizione gratuita quindi non avevano bisogno dei visti.

"Siamo atterrati a Seattle il pomeriggio dell’8 marzo - scrivono - Ci siamo presentati ai controlli passaporti muniti dell’Esta, della lettera della nostra etichetta americana (con la quale il proprietario della label dichiarava che avremmo avuto una serie di concerti solo a scopo promozionale e non percependo pagamento) e l’invito scritto del SxSw di Austin. Ma ci hanno dichiarato immigrati clandestini anche se la nostra intenzione non era quella di trovare lavoro sul suolo americano nè tantomeno quello di non tornare in Italia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Italiani immigrati illegali", band musicale di Pesaro espulsa dagli Usa

Today è in caricamento