rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Mondo Torino

Broker italiano morto sullo yacht: accanto a lui la sua compagna russa

Torinese ma residente a Genova, 46 anni, era un broker: è stato trovato senza vita nella sua imbarcazione. Accanto al suo corpo quella della compagna Leyla Sultangareeva, 28 anni

SPAGNA - L'ipotesi seguita dagli inquirenti è quella di un avvelenamento da monossido di carbonio fuoriuscito dal motore. Ma la morte dell'imprenditore torinese, residente a Genova, Stefano Bertona, 45 anni, e della giovane russa Leyla Sultangarewa, 28 anni, è un mistero: i loro corpi senza vita sono stati trovati domenica a bordo di uno yacht a Roses in Costa Brava.
 
L'ULTIMO MESSAGGIO - L’ultimo messaggio postato su Facebook risale alle 22,01 di sabato sera, subito dopo l’attracco nel porto spagnolo in Costa Brava: "Diario di bordo: giornata impegnativa di navigazione nella nebbia, peggio della pianura padana in febbraio, ma ripagata ampiamente da una splendida Marsiglia e da delfini ovunque". 

bertona-2

LA MORTE - Li hanno trovati morti nella cabina dell’imbarcazione con la quale erano partiti da Genova il 28 maggio. Gli inquirenti escludono l’omicidio, ma rimane il mistero sulle cause del doppio decesso. Varie le ipotesi tra cui un’inalazione di monossido di carbonio, ma anche un mix di droga e alcol. Sui corpi non ci sarebbero segni di violenza e si attendono, ora, i risultati dell’autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Broker italiano morto sullo yacht: accanto a lui la sua compagna russa

Today è in caricamento