rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
strage sventata / Stati Uniti d'America

Spara sulla folla in Usa, donna estrae la pistola e lo uccide

Strage sventata da una donna che uccide un uomo che aveva iniziato a sparare sugli invitati di una festa di compleanno

Altra sparatoria negli Stati Uniti dopo la strage in Texas di martedì scorso, ma questa volta il costo in vite umane è stato contenuto grazie all'intervento di una donna. A Charleston, in West Virginia, un uomo aveva iniziato a sparare dalla sua auto contro la folla in una festa di compleanno in strada. Lo sparatore, Dennis Butler, 37enne con precedenti penali, era stato invitato ad allontanarsi e a non parcheggiare la sua auto nello spazio dove si teneva il party. Secondo quanto riferito dalla polizia locale, Butler è tornato poco dopo armato di un fucile semiautomatico Ar-15 e ha iniziato a sparare dall'auto contro la folla, che comprendeva molti bambini. La donna, che faceva parte dei circa 40 invitati, possedeva regolarmente la sua pistola e una volta iniziato l'assalto ha estratto la sua arma e ha sparato contro l'uomo, uccidendolo.

"La donna è solo un membro della comunità che portava la sua arma legalmente", ha detto il portavoce della polizia. "Invece di fuggire o mettersi al riparo, ha affrontato la minaccia e ha salvato diverse vite umane", ha aggiunto. Una volta che la polizia ha accertato che l'arma era posseduta legalmente, la donna, che è rimasta sul posto e ha collaborato con la polizia, è stata rilasciata senza denunce. Quanto a Butler, la polizia non ha saputo spiegare come avesse ottenuto il suo fucile, avendo dei precedenti penali e non essendo quindi intitolato a possederne uno. La sparatoria arriva dopo la strage alla scuola elementare Robb di Uvalde, in Texas, di martedì scorso, che ha riacceso ancora una volta il dibattito sulla possibilità di detenere armi negli Stati Uniti prevista dalla Costituzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara sulla folla in Usa, donna estrae la pistola e lo uccide

Today è in caricamento