Giovedì, 23 Settembre 2021
VIAGGI / Stati Uniti d'America

Nuove restrizioni per "volare" negli Usa: giro di vite anche sui turisti

Il Congresso ha deciso di aumentare le restrizioni al programma di ingresso senza visto (Esta): i nuovi divieti saranno applicati a tutti i cittadini delle 38 nazioni che hanno firmato l'accordo, Italia compresa

Il Congresso degli Stati Uniti ha deciso di aumentare le restrizioni al suo programma di ingressi senza visto, Electronic System for Travel Authorization (Esta), che permette ai cittadini di 38 Paesi, tyra cui la maggior parte di quelli europei, di entrare in Usa facendo una applicazione online e pagando una piccola tassa. La decisione arriva dopo i recenti attentati di Parigi e di San Bernardino

Le restrizioni saranno applicate a tutti i cittadini di 38 nazioni che partecipano a questo programma (o che hanno doppia cittadinanza che include Iraq, Siria e Sudan) e ai viaggiatori che sono stati in questi tre Paesi dopo il marzo 2011. Inoltre il divieto è esteso a tutti coloro che sono stati in nazioni inserite nella lista compilata dagli Usa di Stati che sostengono il terrorismo (Iran, Sudan, Siria). 

Ogni anno circa 20 milioni di persone - inclusi 13 milioni di europei - visitano gli Stati Uniti con l'Esta che permette di restare sul suolo americano per 90 giorni. Infatti la maggior parte dei Paesi che hanno questo tipo di accordo con gli Stati Uniti sono quelli dell'Unione europea. Ovviamente le persone che rientrano in questa lista potranno fare richiesta di visto per accedere agli Stati Uniti, ma non avranno più la possibilità di richiedere l'ingresso mediante Esta. Questo passaggio è stato inserito all'interno della legge sul budget approvata da Capitol Hill e che adesso sarà firmata da Obama.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove restrizioni per "volare" negli Usa: giro di vite anche sui turisti

Today è in caricamento