Venerdì, 6 Agosto 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Usa, riconosciuto innocente dopo 33 anni in carcere

La drammatica storia di Keith Harward, ex marinaio condannato all'ergastolo per omicidio e stupro. Ma a uccidere è stato un suo collega, morto nel frattempo in carcere dove era rinchiuso per un altro crimine

Keith Harward

STATI UNITI - Un ex marinaio è stato riconosciuto innocente grazie alla prova del Dna dopo aver trascorso 33 anni in carcere con l'accusa di aver stuprato una donna e ucciso il marito nel 1982. Keith Harward, oggi 59enne, era stato condannato all'ergastolo in base al responso di due esperti su una traccia di morso trovata sulla donna, che corrispondeva alle sue impronte dentali.

Tre decenni dopo, nuovi test del Dna hanno rivelato che lo stupro e l'omicidio furono commessi da un altro marinaio, nel frattempo morto in carcere dove stava scontando la pena per un altro crimine.

"La Corte riconosce l'innocenza di Harward e annulla le condanne per omicidio, stupro, sodomia e furto", ha scritto la Corte Suprema della Virginia nella sentenza, ordinando l'immediato rilascio del prigioniero.

processo-4

Nel 2015 gli Stati Uniti hanno riconosciuto l'innocenza di 149 persone ingiustamente condannate, un numero record che rappresenterebbe però solo "una goccia d'acqua" in un oceano di decine di migliaia di errori giudiziari, stando a quanto si legge in un rapporto diffuso lo scorso febbraio dalla Scuola di diritto dell'Università dei Michigan. I 149 detenuti riconosciuti innocenti hanno passato carcere in media 14 anni e mezzo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa, riconosciuto innocente dopo 33 anni in carcere

Today è in caricamento