rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Afghanistan / Afghanistan

Strage di civili in Afghanistan, soldato Usa a processo. I talebani: "Ci vendicheremo"

Il sergente Robert Bales dovrà rispondere di 23 capi di accusa per omicidio, tentato omicidio e aggressione.Intanto sale la tensione contro "gli invasori"

"E' stata un'attività pianificata e noi ci vendicheremo contro tutte le forze americane in Afghanistan. Non abbiamo fiducia in simili processi". Risponde così il portavoce dei talebani Zabihullah Mijahid, al telefono da una località segreta, all'agenzia Reuters. Rischia di avere un epilogo ancora più tragico la strage compiuta lo scorso 11 marzo da un soldato americano nella provincia indiana di Kandahar. Soldato che ora dovrà rispondere dell'omicidio di 17 civili. 

Il processo - Il sergente dell'esercito statunitense Robert Bales dovrà rispondere di 17 capi di accusa per omicidio per la morte di 17 civili afgani. Stando a quanto riferito da un funzionario Usa, il sergente dovrà anche rispondere di sei capi di accusa per aggressione e tentato omicidio. Bales, 38 anni, è accusato di essere uscito nella notte dalla sua base a Kandahar e di aver ucciso 17 persone in due villaggi vicini, tra cui donne e bambini. Avrebbe anche dato fuoco ad alcuni cadaveri, prima di tornare nella base e consegnarsi.

Non si conoscono ancora le motivazione del militare, che in Afghanistan era alla sua quarta missione di guerra dopo essere stato tre volte in Iraq. Bales è oggi detenuto nel carcere militare Fort Leavenworth, in Kansas, in una cella singola. 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di civili in Afghanistan, soldato Usa a processo. I talebani: "Ci vendicheremo"

Today è in caricamento