Domenica, 26 Settembre 2021
L'allarme / Afghanistan

Bloccate in Afghanistan 81 studentesse della Sapienza: "Rischiano rappresaglie"

Erano sulla lista del Ministero della Difesa, ma dopo l’attentato dell'Isis non sono riuscite a entrare nell’aeroporto. L'allarme lanciato dal prorettore dell'ateneo romano Bruno Botta

Facevano parte della lista dei cittadini afghani da recuperare e mettere in salvo, ma dopo l'attentato dell'Isis non sono riuscite a entrare nell'aeroporto e sono rimaste bloccate a Kabul: si tratta di 81 studentesse afghane che fra pochi giorni avrebbero dovuto iniziare i corsi all'Università di Roma La Sapienza. Con loro anche alcuni bambini.

Afghanistan, 81 studentesse della Sapienza bloccate a Kabul

A lanciare l'allarme è il prorettore dell'ateneo romano Bruno Botta in una intervista al Gr1. ''Attendiamo che qualcosa avvenga, l'Unità di Crisi ha detto che non avrebbero assolutamente abbandonato le ragazze e i ragazzi della Sapienza. Con l’esplosione le cose si sono complicate, siamo in contatto con l’unità di crisi della Farnesina che sta facendo tutto il possibile per aiutarci e ha detto che non lascerà soli gli studenti della Sapienza. La preoccupazione maggiore è per le studentesse andate da Herat fino a Kabul per imbarcarsi e che, se dovessero tornare indietro, rischierebbero rappresaglie''.

I talebani: "Le donne potranno studiare, ma in classi separate"

Intanto, il ministro dell'Istruzione talebano ha annunciato che d'ora in avanti nell'università dell'Afghanistan le studentesse e gli studenti saranno divisi. "Continueranno a studiare in classi separate, come vuole la sharia", ha dichiarato Abdul Baqi Haqqani secondo quanto riportato dall'agenzia Tolo news.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccate in Afghanistan 81 studentesse della Sapienza: "Rischiano rappresaglie"

Today è in caricamento