rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Un orrore infinito / India

Minorenne violentata per anni da centinaia di uomini (tra cui anche agenti di polizia)

Era fuggita da un marito violento che era stata costretta a sposare a 13 anni. "L'episodio di stupro più tragico delle nostra storia" secondo l'attivista indiana per i diritti delle donne Yogita Bhayana.

Sono almeno otto le persone arrestate a Beed, una cittadina del Maharashtra, uno degli Stati Centro-occidentale dell'India. Le accuse sono particolarmente infamanti. Sono infatti accusati di avere abusato sessualmente di una minorenne che viveva nella stazione degli autobus della cittadina dopo essere scappata da un marito violento sposato a 13 anni.

La giovane ha detto agli assistenti sociali di essere stata costretta con la violenza a rapporti sessuali con centinaia di uomini negli ultimi anni, puntando il dito anche contro il marito e i suoceri. Dopo essere fuggita la ragazza, poco più che adolescente, sarebbe finita a chiedere l'elemosina alla stazione degli autobus e proprio lì sarebbe stata costretta a prostituirsi.

Secondo la Abhay Vitthalrao Vanave, presidente del Comitato per la protezione dell'Infanzia, (India's Child Welfare Committee, CWC), la ragazza si era rivolta in passato alla polizia accusando gli sfruttatori, ma nessuna azione era stata intrapresa. Anzi, secondo le accuse anche alcuni agenti di polizia avrebbero preso parte alle violenze.

La vicenda riporta sotto i riflettori il grave problema della violenza sessuale nel paese. Yogita Bhayana, attivista dei diritti delle donne, ha definito il caso "l'episodio di stupro più tragico delle nostra storia. Questa ragazza è stata torturata ogni giorno negli ultimi due anni".

india minorenne violentata-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne violentata per anni da centinaia di uomini (tra cui anche agenti di polizia)

Today è in caricamento