rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
SUDAN DEL SUD / Sudan del Sud

Sud Sudan, la nazione più giovane del mondo festeggia il primo anno di indipendenza

L'avvertimento di Ban Ki-moon, segretario generale dell'Onu: "C'è ancora molto da fare"

Il Sudan del Sud, il Paese più giovane del mondo, ha celebrato ieri il suo primo anno di indipendenza. Proprio il 9 luglio del 2011, grazie ad un referendum, Giuba si è staccata dal governo di Karthum, diventando così il 54esimo Stato africano dopo decenni di guerra civile. 

Anche se nell'ultimo anno sono pochi coloro che hanno visto un vero miglioramento delle proprie condizioni di vita, centinaia di persone sono scese in piazza per festeggiare. 

“Dipendiamo ancora dagli altri” ha dichiarato il presidente Salva Kiir Mayardit nel suo discorso ufficiale. “La nostra libertà è oggi incompleta. Dobbiamo essere più che liberati. Dobbiamo essere indipendenti economicamente”

Il petrolio - Il premier sembra fare riferimento alle questioni irrisolte con il Sudan. L'indipendenza di Giuba ha fatto perdere a Karthum circa il 75% delle sue riserve petrolifere. Nonostante questo, gli oleodotti che trasportano l'oro nero passano comunque dal territorio del governo del Nord.

Il Sudan del Sud potrebbe pensare di far transitare il petrolio dall'Uganda, il cui presidente, Yoweri Museveni, proprio ieri ha dichiarato di voler appoggiare Giuba nella sua lotta contro “il piccolo uomo di Karthum (il premier Omar al Bashir, ndr)”.

Non ha preso parte ai festeggiamenti nella capitale sud sudanese Ban Ki-moon, segretario generale dell'Onu, che però ha mandato un messaggio alla popolazione, ricordando che “è stato fatto molto dal giorno dell'indipendenza, ma molto altro deve ancora essere fatto”, come riporta la Bbc

La strada di questo giovane Paese è infati ancora lunga. Stando ai dati riportati dal sito internet Afrik.com, l'85% della popolazione è analfabeta, più della metà è a rischio malnutrizione e i conflitti interni hanno causato centinaia di morti.

Il primo anno di vita del Sudan del Sud è stato inoltre caratterizzato da uno scandalo per corruzione, che ha portato il presidente Salva Kiir a rivolgersi alle varie autorità del Paese chiedendo la restituzione dei 4 miliardi di dollari rubati dalle casse dello Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sud Sudan, la nazione più giovane del mondo festeggia il primo anno di indipendenza

Today è in caricamento