Giovedì, 24 Giugno 2021
Zone d'ombra / Giappone

Il Paese con più morti per suicidio in un solo mese che per Covid in tutto il 2020

 A ottobre 2.153 persone si sono tolte la vita in Giappone, mentre il numero morti per coronavirus da inizio pandemia è di 2.087: duro reportage della Cnn. Secondo gli esperti è verosimile che la domanda di interventi psicosociali aumenterà nei prossimi anni

Solo il mese scorso in Giappone sono morte più persone di suicidio che di Covid-19 in tutto il 2020 nel Paese asiatico. E' quanto emerge in estrema sintesi da un duro reportage della Cnn. Le donne, che hanno sofferto di più la perdita del lavoro, hanno visto incrementato dell'80% i suicidi rispetto allo scorso anno.

Più morti per suicidio in un mese che per Covid in tutto il 2020

 A ottobre, infatti, sempre secondo Cnn, 2.153 persone si sono tolte la vita in Giappone, mentre il numero morti per Covid-19 da inizio pandemia è di 2.087.

Il racconto per immagini della tv di Atlanta parte dal racconto di Eriko Kobayashi, una donna di 43 anni che da quando ne aveva 22 ha tentato di togliersi la vita quattro volte, l'ultima per paura di cadere in povertà a causa delle conseguenze della pandemia sulla sua vita professionale. La prima volta, aveva un lavoro a tempo pieno nell'editoria che non le bastava per pagare affitto e bollette a Tokyo. "Ero davvero povera", ha detto Kobayashi, che ha trascorso tre giorni in stato di incoscienza in ospedale dopo l'incidente. Ora Kobayashi ha scritto diversi libri sui suoi problemi di salute mentale e ha un lavoro fisso presso un'organizzazione umanitaria.

La crisi economica di questi mesi la sta riportando a livelli di stress simili a quelli che provava allora. "Il mio stipendio è stato tagliato e non riesco a vedere la luce alla fine del tunnel", ha detto. "Sento costantemente un senso di angoscia perché potrei ricadere nella povertà".

L'alto tasso di suicidi in Giappone

"Non abbiamo nemmeno avuto un lockdown, e l'impatto di Covid è minimo rispetto ad altri Paesi ma vediamo ancora questo grande aumento del numero di suicidi", ha detto a Cnn Michiko Ueda, professore associato presso la Waseda University di Tokyo, e un esperto di suicidi. "Ciò suggerisce che anche altri Paesi potrebbero vedere un aumento simile o addirittura maggiore del numero di suicidi nel prossimo futuro".

Il Giappone ha lottato a lungo con uno dei tassi di suicidio più alti al mondo, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità. Le cause sono difficilmente inquadrabile. ma potrebbero incidere i lunghissimi orari di lavoro, la pressione per un rendimento scolastico alto, l'isolamento sociale e uno stigma culturale intorno ai problemi di salute mentale.

Benché in tutti i Paesi le conoscenze sull’impatto della pandemia sulla salute mentale siano ancora limitate e perlopiù derivate da esperienze solo parzialmente assimilabili all’attuale epidemia, come quelle che si riferiscono alle epidemie di SARS o Ebola, è verosimile che la domanda di interventi psicosociali aumenterà notevolmente nei prossimi mesi e anni. L'investimento nei servizi e in programmi di salute mentale a livello nazionale, che hanno sofferto per anni di limitati finanziamenti, è quindi ora più importante che mai. Gli ultimi mesi hanno comportato molte sfide, in particolare per gli operatori sanitari, gli studenti, i familiari dei pazienti affetti da COVID-19, le persone affette da disturbi mentali e più in generale le persone che versano in condizioni socio-economiche svantaggiate, e i lavoratori i cui mezzi di sussistenza sono stati minacciati. L’impatto economico sostanziale della pandemia può infatti ostacolare oltre che i progressi verso la crescita economica anche quelli verso l’inclusione sociale e il benessere mentale. Numerosi studi mostrano che la perdita di produttività lavorativa è tra i principali determinanti della cattiva salute mentale.

Dottoressa in prima linea contro il coronavirus muore suicida, il padre: “Sia ricordata come un’eroina”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Paese con più morti per suicidio in un solo mese che per Covid in tutto il 2020

Today è in caricamento