rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
INDIA / India

Genitori le vietano Facebook: 17enne si impicca

Il dramma in India. La giovane dopo essere stata sgridata si è chiusa in camera e si è tolta la vita

PARBHANI (INDIA) - Una ragazza di 17enne si è tolta la vita dopo che i suoi genitori le avevano proibito di usare Facebook. Il dramma a Parbhani, nello stato di Maharashtra, nell'India occidentale. 

Secondo il racconto degli inquirenti, "i genitori le avevano detto di concentrarsi sullo studio e per questo le avevano vietato di entrare su Facebook". Dopo la lite, "la giovane si è chiusa in camera e si è impiccata"

Le forze dell'ordine hanno riferito che la ragazzina ha lasciato un messaggio per spiegare il gesto nel quale faceva riferimento alla divieto di stare al pc.

Aishwarya S. Dahiwal era una studentessa del secondo anno di college nel Parbhani e aveva chiesto il consenso dei suoi genitori per accedere a Facebook mercoledì sera. Permesso negato.

In India la diffusione di internet e dei social network è ancora ridotta,  ma sta crescendo rapidamente: secondo gli esperti entro il 2013 il web raggiungerà 200 milioni di persone, su una popolazione di 1,2 miliardi. La 'Tata consultancy services' ha riferito che tre quarti degli adolescenti indiani preferiscono usare Facebook rispetto al cellulare per comunicare con gli amici e con i conoscenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genitori le vietano Facebook: 17enne si impicca

Today è in caricamento