Venerdì, 24 Settembre 2021

Svastica disegnata sul campo: è scandalo in Croazia-Italia: "Chiediamo scusa"

Il portavoce della Federcalcio croata, Tomislav Bacek, è avvilito: "Quello che è successo è una vergogna non solo per il calcio croato, ma per tutto il nostro popolo. Abbiamo segnalato il fatto all'Uefa, ci scusiamo con l'Italia e con tutti".

Una vergogna per tutto il calcio internazionale. ai calciatori probabilmente il dettaglio è sfuggito, ma non ai giornalisti.

Sul manto verde dello stadio di Spalato dove si è giocata a porte chiuse la partita tra Croazia e Italia - valida per le qualificazioni a Euro 2016 - era stata disegnata presumibilente dalla "sapiente"mano di un giardiniere una enorme svastica sul terreno di gioco.

Dopo le proteste nell'intervallo tra i due tempi è stato necessario l'intervento di un addetto alla manutenzione che ha gettato terra sul simbolo nel tentativo di "nasconderlo" alle telecamere.

Il portavoce della Federcalcio croata, Tomislav Bacek, è avvilito: "Quello che è successo è una vergogna non solo per il calcio croato, ma per tutto il nostro popolo. Abbiamo segnalato il fatto all'Uefa, ci scusiamo con l'Italia e con tutti".

Il Corriere della Sera spiega che quella svastica rientra in un discorso più ampio:

La svastica di Spalato non sembra opera di qualche stupido buontempone, ma è parte di un disegno pianificato per distruggere quel che resta del calcio croato: ai suoi vertici profondamente imbarazzato per un episodio che andava a sommarsi alle porte chiuse per i cori razzisti di marzo, ai fumogeni di novembre a San Siro, con la partita interrotta due volte. Scuoteva la testa Suker, eroe del’98, oggi presidente della Federazione.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastica disegnata sul campo: è scandalo in Croazia-Italia: "Chiediamo scusa"

Today è in caricamento