Lunedì, 8 Marzo 2021
Francia

Francia, sventato attacco terroristico: arrestati due fratelli

"Due giovani di origine egiziana si stavano preparando a commettere un attacco, con esplosivo o ricina, un veleno molto forte", ha detto il ministro dell'Interno

Foto repertorio

Un nuovo attentato è stato sventato in Francia, con l'arresto di due fratelli di origine egiziana. Lo ha detto il ministro dell'Interno Gerard Collomb a BFMTV, a una settimana dall'attacco messo a segno a Parigi da un uomo di origine cecena, armato di coltello, che ha ucciso una persona e ne ha ferite altre cinque.

Sventato attentato terroristico

"Due giovani di origine egiziana si stavano preparando a commettere un attacco, con esplosivo o ricina, un veleno molto forte", ha detto il ministro. "I due avevano dei tutorial che spiegavano come mettere a punto veleni a base di ricina. Si tratta di due fratelli", ha aggiunto il ministro.

"Seguiamo un certo numero di persone sulle reti", ha poi spiegato Collomb. "Loro parlavano su Telegram. Abbiamo potuto rilevarli, scoprire il progetto di attentato ed arrestarli", ha aggiunto alludendo all'applicazione criptata.

Allerta sempre alta in Francia

L'allerta in Francia è sempre alta. Pochi giorni fa un detenuto del penitenziario di Brest era evaso durante un trasferimento per motivi medici: era schedato "S" ed era monitorato per la sua radicalizzazione. Lo ha indicato la direzione dell'amministrazione penitenziaria francese. Si tratta di un ragazzo di 21 anni, "un detenuto per reati comuni a titolo di radicalizzazione" ed è dunque "potenzialmente radicalizzato", ha indicato la direzione dell'amministrazione penitanziaria (Dao).

Secondo una fonte vicina all'inchiesta, era "schedato S" (sicurezza dello stato) e "pericoloso". La schedatura S consente ai servizi segreti francesi di seguire e monitorare una persona.

Le indagini su Khamzat Azimov

Gli investigatori francesi hanno intenzione di ampliare la loro indagine sull'attentatore di origini cecene, Khamzat Azimov, naturalizzato francese che sabato ha aggredito con un coltello diverse persone, uccidendone una nella zona dell'Opera a Parigi. L'attentato è stato rivendicato dall'Isis e gli investigatori stanno cercando di individuare possibili complici dell'uomo, ucciso dalla polizia dopo l'attacco.

Una fonte vicina alle indagini ha dichiarato che Azimov è cresciuto con la famiglia a Strasburgo, dove risiede una grande comunità di rifugiati ceceni. I suoi genitori, che adesso vivono a Parigi, sono stati arrestati, insieme a un amico di Azimov residente a Strasburgo e che è stato descritto come "l'individuo più vicino" all'attentatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francia, sventato attacco terroristico: arrestati due fratelli

Today è in caricamento