Mercoledì, 14 Aprile 2021
Svezia

La "via svedese" contro il Coronavirus: a Lund letame di pollo per evitare gli assembramenti

Le autorità della città svedese hanno ordinato lo sversamento di una tonnellata di guano nel principale parco cittadino. L'obiettivo è duplice: scoraggiare le persone a frequentarlo e concimare il terreno. Video

Il parco di Lund dove è stato sversato il concime

Per evitare gli assembramenti nella città svedese di Lund hanno adottato un approccio insolito. Le autorità hanno infatti ordinato lo sversamento nel principale parco cittadino di una tonnellata di letame di pollo. L'obiettivo è duplice: da un lato scoraggiare i cittadini a frequentare il parco, dall'altra concimare il terreno. Il sindaco Philip Sandberg ha raccontato alla CNN che la misura è stata accolta con favore dalla popolazione. "Non vogliamo diventare un focolaio del contagio, facciamo quello che possiamo per fertilizzare e tenere le persone al sicuro. È stato dimostrato che i parchi rappresentano un grave rischio se vi si riunisce tanta gente". 

Il concime è stato sversato in previsione della 'notte di Valpurga', un'antica ricorrenza pagana che celebra l'arrivo della primavera nei paesi nordici. In Svezia la notte tra il 30 aprile e il 1° maggio è tradizione riunirsi a cantare, bere e accendere falò. Quest'anno però, ha sottolineato il sindaco, il parco "puzzerà di letame" e "non sarà piacevole frequentarlo". Perché allora non chiuderlo del tutto? Il fatto è che il concime, ha aggiunto Sandberg, "contiene grandi quantità di fosforo e azoto" che renderanno l'area verde molto più godibile in estate. 

A differenza di altri Paesi, la Svezia ha scelto un altro approccio molto più soft per affrontare l'emergenza. Nessuna quarantena, tranne che per le persone trovate positive al nuovo coronavirus, niente chiusure di scuole, uffici o ristoranti. La società svedese si basa sulla fiducia, si seguono i consigli degli esperti sul distanziamento sociale, certo, ma i divieti non fanno parte della mentalità del Paese. In giro c'è meno gente del solito, ma non c'è stato alcun lockdown. 

La Svezia ha registrato 2400 morti, molti di più rispetto alla Norvegia (207), ma non ha alcuna intenzione di cambiare approccio. 
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "via svedese" contro il Coronavirus: a Lund letame di pollo per evitare gli assembramenti

Today è in caricamento