Sabato, 17 Aprile 2021
Svezia

Svezia, un opuscolo casa per casa prepara la gente alla guerra

Le tensioni tra Occidente e Russia preoccupano le autorità della Svezia dove è stato pubblicato una brochure dal titolo "In caso di crisi o di guerra". L'ultima pubblicazione di questo tipo avvenne nel 1961 durante la Guerra Fredda

Pronti a tutto, anche alla guerra. Non che le autorità svedesi abbiano deciso improvvisamente di impugnare le armi contro chicchessia. Ma in un contesto di crescente tensione tra la Russia e gli Occidentali, la Svezia ha deciso di tenersi pronta. E informata. Così, nei prossimi giorni, in ogni casa del Paese sarà recapitato un opuscolo che descrive in dettaglio le misure da adottare in caso di conflitto o disastro naturale.

Dove sono i rifugi? Quali alimenti conservare? Di quali fonti d'informazione fidarsi?

Pubblicato su richiesta del governo in 13 lingue, l'opuscolo - dal titolo "In caso di crisi o di guerra" - sarà inviato tra il 28 maggio e il 3 giugno a 4,8 milioni di abitazioni (su 10 milioni di svedesi) e risponderà a queste ed altre domande.

In venti pagine illustrate, questo breve libretto delinea le minacce a cui è esposto il paese scandinavo: guerra, attentato, attacco informatico, incidenti gravi o calamità naturali. "Sebbene la Svezia sia più sicura di molti altri paesi (...), le minacce esistono ed è importante per tutti sapere quali sono queste minacce in modo che possiamo prepararci", ha affermato Dan Eliasson, direttore generale dell'Agenzia svedese per la sicurezza civile MSB, durante la presentazione dell'opuscolo, questa mattina Stoccolma.

"Un conflitto militare nelle vicinanze influenzerebbe le nostre importazioni di beni, incluso il cibo, anche nel caso in cui non si estendesse al nostro territorio", ha dichiarato da parte sua Christina Andersson, responsabile del design della brochure, disponibile online

Svezia. come durante la guerra fredda

L'ultima pubblicazione di questo tipo avvenne per iniziativa delle autorità locali nel 1961, durante la Guerra Fredda.

La Svezia, che non vive conflitti armati sul suo territorio da oltre due secoli, non fa parte della Nato, ma aderisce al Partenariato per la pace lanciato nel 1994 per sviluppare la cooperazione militare tra l'Alleanza Atlantica e paesi non membri. In caso di aperto conflitto con la Nato, le autorità temono un'aggressione da parte della Russia - che non è menzionata nel fascicolo - che avrebbe lo scopo di tagliare la rotta marittima all'Alleanza Atlantica verso i suoi membri baltici. 

La brochure  om krisen eller kriget kommer in inglese (Pdf)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svezia, un opuscolo casa per casa prepara la gente alla guerra

Today è in caricamento