rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
IRAN / Iran

Teheran apre a visite a sorpresa nei suoi siti nucleari

La ripresa dei negoziati sul programma nucleare iraniano preoccupa Israele, che teme un cedimento che si protrebbe trasformare in una nuova "Monaco 1938"

L'Iran è pronto ad accettare visite a sorpresa nei suoi siti nucleari. E' quanto ha detto oggi il viceministro degli Esteri iraniano, Abbas Araqchi, rettificando quanto dichiarato ieri al termine della prima giornata di colloqui con il gruppo dei 5+1 (Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Regno Unito e Germania) sul programma nucleare di Teheran.

"Questa questione non è prevista nella prima fase del nostro piano, ma rientra nell'ultima tappa", ha detto Araqchi, citato oggi dall'agenzia di stampa iraniana Irna.

Oggi riprendono a Ginevra i negoziati sul nucleare, dopo che ieri Teheran ha presentato una proposta in tre fasi per arrivare a un accordo con la comunità internazionale.

NETANYAHU CONTRO ROHANI: "NON GLI CREDO"

LE PAURE DI ISRAELE

La ripresa dei negoziati sul programma nucleare iraniano preoccupa Israele che, oggi, ha messo in guardia la comunità internazionale su un eventuale fallimento. "Guardiamo alle discussioni di Ginevra sul nucleare con speranza e preoccupazione. Vediamo dei segnali inquietanti e non vogliamo che Ginevra 2013 si trasformi in Monaco 1938", ha dichiarato il ministro israeliano degli Affari strategici, Youval Steinitz.

Il ministro, che ha delega anche per le Relazioni internazionali e i Servizi segreti, ha fatto riferimento alla conferenza di Monaco del 1938, durante la quale la Gran Bretagna e la Francia cedettero alle esigenze della Germania nazista per evitare la guerra, poi scoppiata a distanza di un anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teheran apre a visite a sorpresa nei suoi siti nucleari

Today è in caricamento