Martedì, 22 Giugno 2021
Mondo

Terremoto in Cile: cinque vittime, un milione di evacuati

Forte scossa di magnitudo 8.3 nella zona centrale del Paese. Un milione di persone sono state evacuate nella notte. Sulla costa si abbattono onde alte quattro metri, ma l'allerta tsunami è scongiurata

(foto Askanews.it)

ROMA - Almeno cinque persone sono morte, secondo un primo bilancio fornito dalle autorità locali, a causa del terremoto di magnitudo 8.3 sulla scala Richter che ha colpito ieri sera la zona centrale del Cile. La scossa più violenta è stata seguita da almeno 12 scosse di assestamento, con una magnitudo compresa tra 6,1 e 7,6 della scala Richter. 

La protezione civile ha lanciato un allarme tsunami, che vale anche per Perù, Hawaii e isola di Pasqua, ordinando l'immediata evacuazione delle zone costiere. Poi l'allerta tsunami fortunatamente è rientrata. Circa un milione di persone sono state costrette ad allontanarsi dai territori a rischio. La scossa ha avuto luogo pochi minuti prima dell'una di questa notte, ora italiana. L'epicentro è stato registrato in mare, a 230 chilometri a nord della capitale Santiago, nei pressi di Illapel, una città di 31mila abitanti che hanno visto crollare la maggior parte delle loro abitazioni.

PANICO E GENTE IN STRADA: LE PRIME IMMAGINI

cile2-2

Il terremoto, che è stato avvertito anche in numerose regioni dell'Argentina, ha provocato il panico in numerose città del Paese, nella regione di Coquimbo e in quella di Valparaiso, dove la gente si è riversata in strada "correndo in ogni direzione", hanno riferito alcuni testimoni.

La presidente Michelle Bachelet si recherà questa mattina nelle aree più colpite per portare conforto alla popolazione e appurare in prima persone danni e necessità. "Ancora una volta affrontiamo un duro colpo della natura, che ha raggiunto gran parte del Paese", ha affermato la presidente Bachelet, precisando che "finora abbiamo identificato con certezza cinque morti". La Bachelet ha spiegato che la situazione è ancora in evoluzione per cui "stiamo monitorando le condizioni in cui si trova ogni città, nonché sulla costa", annunciando che oggi si recherà nella regione di Coquimbo - circa 400 km a nord di Santiago, dove si trova l'epicentro del terremoto - con il suo gabinetto per "prendere misure in modo rapido".

cile3-2


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Cile: cinque vittime, un milione di evacuati

Today è in caricamento