Giovedì, 21 Ottobre 2021

Inferno a Lombok dopo il terremoto, l'appello dei turisti italiani: "Scene disumane, evacuateci"

Il terremoto in Indonesia ha causato almeno 91 persone morti e centinaia di feriti sull’isola di Lombok. Danni e panico anche nelle isole Gili, un gruppo di tre isole vicine a Lombok molto popolari tra i turisti.

Il governo indonesiano ha organizzato l’evacuazione ma non tutto sta andando secondo i piani. I filmati girati alle Gili mostrano centinaia di persone lungo le spiagge in attesa di essere evacuate. 

Un gruppo di turisti italiani sono bloccati a Gili Trawangan. Roberto C., romano che vive a Milano ci racconta come sull'isola il villaggio sia crollato quasi interamente. 

"Abbiamo passato la notte su una collina per il rischio tsunami e dall’alba aspettiamo soccorsi indonesiani. Ci sono morti e feriti e il cibo è finito. Non c’è nessuna autorità che sappia gestire la situazione di emergenza e non ci sono navi e mezzi sufficienti all’evacuazione".

Come denuncia con un video postato su Facebook le uniche imbarcazioni che arrivano sono teatro di scene disumane con turisti in preda al panico.

"Assaliti e maltrattati dagli indonesiani - scrive con un pizzico di ironia - a quanto pare non sono così ospitali".

Come scrive Roberto la signora che si vede nel video è stata separata dal figlio e assalita da altri indonesiani che la calpestavano letteralmente pur di salire sulla scala. "Altre sono state sculacciate, palpate, strattonate, idem per gli uomini. Grande prepotenza degli indonesiani senza ritegno".

"Stiamo assistendo a scene fuori dalla grazia di Dio e sto documentando tutto per denunciare il modo in cui il governo indonesiano sta gestendo la cosa. Ovviamente la Farnesina è al corrente di tutto ma non sa darci nessun tipo di aiuto o indicazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Inferno a Lombok dopo il terremoto, l'appello dei turisti italiani: "Scene disumane, evacuateci"

Today è in caricamento