Martedì, 3 Agosto 2021
il caso

Il terrorista dell'11 settembre che è diventato una "star" delle pubblicità

Il volto di Khalid Sheikh Mohammed, lo stratega degli attentati dell'11 settembre, è uno dei più usati in Turchia per le pubblicità. L'ultima sua apparizione è per sponsorizzare un prodotto contro i peli

Khalid Sheikh Mohammed

ROMA - Dal sito dell'Fbi alle copertine dei magazine. Da Guantanamo alla "carriera", naturalmente non retribuita, di testimonial. Khalid Sheikh Mohammed, lo stratega degli attentati dell’11 settembre 2001 al Word Trade Center di New York, arrestato in Pakistan nel 2003 e ancora detenuto nel carcere di massima sicurezza sull'isola cubana, è stato - suo malgrado - uno dei volti che ha sponsorizzato un prodotto per i peli superflui, venduti in Turchia dall'azienda di cosmetici "Epila". 

La sua faccia compare, infatti, nella pubblicità del prodotto accanto allo slogan: "I peli non vi abbandoneranno se restate semplicemente ad aspettare". L'azienda subito dopo lo scandalo, "inaugurato" dal sito Vox.com che ha scoperto lo spot, si è affrettata a difendersi. 

"Lo abbiamo scelto perché era peloso — ha detto al quotidiano turco Hurriyet uno dei responsabili dell’azienda, Mehmet Can Yildiz — e ci sembrava che andasse bene per la nostra pubblicità. Non sapevamo fosse un terrorista". Epila ha poi spiegato di aver scelto l’immagine da una rosa di proposte apparse sul "Inci Sozluk", un sito creato nel 2003 sul quale chiunque può postare immagini e contenuti senza registrarsi.
 
A detta dell'azienda di cosmetici, inoltre, sarebbero molte le pubblicità che hanno come protagonista Khalid Sheikh Mohammed. Sembra che la sua foto, e il suo volto, siano stati usati soprattutto per sponsorizzare prodotti per combattere l'insonnia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il terrorista dell'11 settembre che è diventato una "star" delle pubblicità

Today è in caricamento