Giovedì, 23 Settembre 2021
Mondo Nepal

Ancora una tragedia sull'Everest: trovati quattro alpinisti morti

I cadaveri degli escursionisti, due stranieri e due locali, sono stati ritrovati da alcuni soccorritori, che stavano cercando il cadavere dello slovacco Vladimir Strba

Un accampamento sul monte Everest (FOTO ANSA)

I corpi senza vita di quattro alpinisti sono stati ritrovati in una tenda sull'Everest. Salgono a dieci le vittime  sul “tetto del mondo” per questa stagione, come confermato dalla società che organizza le spedizioni. A scoprire i cadaveri nel campo IV, situato a 7.950 metri, sono stati due soccorritori che stavano cercando il corpo dell’alpinista slovacco Vladimir Strba deceduto domenica.

“I nostri soccorritori hanno trovato i corpi dei quattro alpinisti in una tenda al campo IV ieri. Non sappiamo ancora chi sono né come sono morti” ha dichiarato Mingma Sherpa, direttore di Seven Summits Trek, agenzia con sede a Kathmandu che organizza sia spedizioni sia operazioni di salvataggio sull’Everest. I media locali riferiscono che si tratta dei corpi di due alpinisti stranieri e di due guide locali.

LE VITTIME PRECEDENTI

Altri quattro scalatori sono morti nel weekend sulla cima più alta del mondo, tra cui Strba e il medico americano Roland Yearwood. Tutti e due si trovavano sopra gli ottomila, nella “zona della morte”, dove l’altitudine e la mancanza di ossigeno aggravano i rischi associati al mal di montagna, deteriorando gli organi. Il corpo dell’alpinista indiano Ravi Kumar, 27 anni, è stato trovato lunedì dopo che lo sportivo aveva raggiunto al cima a 8.848 metri e aveva perso i contatti con la base.

E’ in corso un’operazione per ritrovarne il corpo. Un australiano è deceduto domani sul versante tibetano. L’alpinista svizzero Uli Steck è morto a fine aprile in una scalata al monte, di fronte all’Everest, dopo essere scivolato per oltre mille metri. Un nepalese di 85 anni, Min Bahadur Sherchan, che tentava di riconquistare il titolo di alpinista più anziano a scalare l’Everest, è morto al campo base.

Più di 382 alpinisti sono arrivati in vetta all’inizio della stagione dal versante sud, circa 120 dal versante tibetano. Molti altri tentano di farlo prima dell’arrivo del monsone a inizio giugno, che segnerà la fine della stagione primaverile. Nel 2016, cinque alpinisti erano morti sull’Everest, 640 erano giunti in vetta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una tragedia sull'Everest: trovati quattro alpinisti morti

Today è in caricamento