rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Polemiche

Trans condannata per violenza sessuale su due donne, andrà in carcere maschile

L'annuncio è stato dato dalla prima ministra scozzese Nicola Sturgeon dopo che i deputati di tutti i partiti avevano espresso preoccupazione per la sicurezza delle altre detenute

Una donna transgender condannata per violenze sessuali commesse prima dell'inizio del percorso di transizione  sconterà la sua pena in un carcere maschile. Isla Bryson è stata dichiarata colpevole di aver stuprato due donne nel 2016 e nel 2019. L'imputata è comparsa per la prima volta in tribunale col suo nome di battesimo e poi avrebbe deciso di intraprendere la transizione sei giorni dopo l'inizio del processo.

"Data la legittima preoccupazione dell'opinione pubblica e dei parlamentari per questo caso, posso confermare al Parlamento che la detenuta non sarà inviata nel carcere femminile di Cornton Vale", ha dichiarato la remier scozzese Nicola Sturgeon a Holyrood, il Parlamento di Edimburgo. "Spero che questo rassicuri la cittadinanza", ha aggiunto.

Ma la Sturgeon ha anche sottolineato che è importante "non suggerire nemmeno inavvertitamente che le donne trans rappresentino una minaccia intrinseca per le altre donne". "Gli uomini predatori, come è sempre stato il caso, sono il rischio per le donne. Tuttavia, come per qualsiasi gruppo della società, un piccolo numero di persone trans commette reati e, quando si tratta di reati sessuali, la preoccupazione dell'opinione pubblica è comprensibile", ha aggiunto.

Come ricorda il Guardian i deputati di tutti i partiti avevano espresso preoccupazione per la sicurezza delle altre detenute. "Questo stupratore ha deciso di non essere più un uomo solo dopo essere comparso in un tribunale per stupri", ha dichiarato Russell Findlay, membro conservatore del Parlamento scozzese. "Ora abbiamo una situazione assolutamente perversa in cui un tribunale scozzese si riferisce a qualcuno che dice di identificarsi come una donna ma che ha stuprato due donne vulnerabili", ha aggiunto. 

Dal canto suo, il Servizio penitenziario scozzese aveva assicurato che la decisione su dove incarcerare una persona transgender viene sempre presa "su base individuale", valutando "il rischio e la necessità". "Non c'è mai un diritto automatico per una donna transgender condannata per un crimine di scontare la sua pena in un carcere femminile", ha dichiarato Sturgeon.

Il caso è stato presentato mentre Londra ha bloccato una legge approvata in Scozia per rendere più facile la riassegnazione di genere, consentendo la pratica anche senza operazione o consulenza medica e a partire dall'età di 16 anni. Il governo di Rishi Sunak aveva sostenuto che una legge del genere avrebbe causato 'complicazioni significative creando due regimi di riconoscimento del genere nel Regno Unito', ma il governo pro-indipendenza di Sturgeon l'ha accusata di aver usato la delicata questione per scopi politici contro la maggioranza pro-indipendenza, mentre gli attivisti Lgbt+ hanno deplorato il blocco di Londra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trans condannata per violenza sessuale su due donne, andrà in carcere maschile

Today è in caricamento