Venerdì, 18 Giugno 2021
Diritti Gay

Usa, anche i trans potranno far parte dell'esercito

Il Pentagono si è detto pronto a togliere il divieto che impedisce ai transgender di prestare il servizio militare. Cade l'ultima barriera per chi vuole indossare l'uniforme

Una storica apertura da parte del Pentagono: cadrà il divieto a tappe forzate soprattutto per riammettere in servizio i 15mila militari transgender riconosciuti. Anche se ancora manca l'annuncio ufficiale sembra che nei prossimi giorni arriverà la conferma secondo le indiscrezioni che arrivano da Associated Press. Tuttavia nei mesi di adeguamento i trans ancora non potranno arruolarsi: per ora la misura riguarda chi già presta servizio militare.
Secondo fonti del Pentagono, che hanno preferito restare anonime, lo scopo, almeno in questa fase iniziale, è di impedire che i trans che già sono in uniforme siano costretti ad abbandonare la carriera militare.

Secondo una stima governativa, ci sarebbero infatti circa 15mila trans a prestare servizio in uniforme: "Spesso lo fanno in segreto altre volte con la complicità dei loro comandanti o colleghi". Nel prendere la decisione finale, secondo l'Associated Press, i vertici militari avrebbero voluto dar seguito all'eliminazione nel 2011 del divieto che impediva ai gay di prestare servizio militare. 

Lo scorso giugno, durante una cerimonia al Pentagono per il mese del Gay Pride, il ministro della Difesa Ash Carter aveva dichiarato: "Vogliamo arrivare ad un punto in cui nessuno presta servizio in silenzio e dove trattiamo tutti i nostri soldati, marinai, avieri e Marine con la dignità e il rispetto che meritano". Lo stesso presidente Barack Obama aveva, poi, invitato alla Casa Bianca un aviere transgender, Logan Ireland, in occasione di un ricevimento per Lgbt Pride. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa, anche i trans potranno far parte dell'esercito

Today è in caricamento