rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Mondo Israele

Trump riconosce Gerusalemme come capitale d'Israele: "Scelta per la pace"

L'annuncio da parte del presidente degli Stati Uniti. Netanyahu: "Una decisione storica"

"E' arrivato il momento di riconoscere ufficialmente Gerusalemme come capitale d’Israele": l'annuncio arriva direttamente dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

"Non possiamo risolvere i problemi ripetendo le strategie del passato, servono nuovi approcci. Nel 1995 il Congresso votò una legge per riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele. Per oltre 20 anni, tutti i miei predecessori hanno esercitato una deroga, rifiutandosi di riconoscere Gerusalemme come capitale e di spostare l’ambasciata. Lo hanno fatto credendo che sarebbe servito per la pace. Invece non siamo nemmeno vicini a un accordo di pace e sarebbe sbagliato ripetere sempre la stessa formula".

"Chiedo al Dipartimento di Stato di far partire il processo per lo spostamento dell’ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme, immediatamente" ha proseguito Trump. "Gerusalemme non è solo il cuore di tre religioni - spiega - ma di una delle democrazie più importanti al mondo. Gli israeliani hanno costruito un Paese dove tutti sono liberi di professare la loro religione. Gerusalemme è e deve restare un posto dove tutti possono pregare. Oggi riconosciamo l’ovvio: Gerusalemme è la capitale d’Israele. È il riconoscimento della realtà, niente di più".

Gerusalemme capitale, Netanyahu: "Decisione storica"

Quella di Donald Trump su Gerusalemme, diventata ufficialmente la sede dell’ambasciata degli Stati Uniti in Israele, è una dichiarazione “storica”. Lo ha affermato il primo ministro dello stato ebraico, Benjamin Netanyahu.

Gerusalemme capitale, Olp: "Distrutto processo di pace"

"Riconoscendo Gerusalemme capitale di Israele e preannunciando lo spostamento dell'ambasciata americana da Tel Aviv, Donald Trump ha distrutto ogni speranza di soluzione di pace sulla base del principio dei due Stati" come previsti dagli accordi di Oslo del 1993. Così l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ex formazione terroristica di Yasser Arafat, ora ombrello politico che include Fatah, fazione maggioritaria nell'Anp di Abu Mazen.

Gerusalemme capitale, ira dell'Onu: le questioni in sospeso

"Solo realizzando la visione di due Stati che convivono in pace e sicurezza, con Gerusalemme capitale di Israele e della Palestina, tutte le questioni sullo status saranno risolte in via definitiva attraverso negoziati, e le legittime aspirazioni di entrambi i popoli saranno raggiunte". Così il Segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres,commenta la decisione di Trump.

"Dal mio primo giorno qui mi sono costantemente dichiarato contrario a ogni misura unilaterale che metta a repentaglio la prospettiva della pace".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump riconosce Gerusalemme come capitale d'Israele: "Scelta per la pace"

Today è in caricamento