Sabato, 15 Maggio 2021
Stati Uniti d'America

Trump attacca Obama: "Ha controllato i miei telefoni prima del voto"

"E' legale per un presidente monitorare un'elezione?", scrive Donald Trump su Twitter

Il presidente Usa Donald Trump ha accusato il suo predecessore Barack Obama di aver intercettato i suoi telefoni prima del voto presidenziale dell’8 novembre. “Terribile! Ho appena saputo che Obama mi ha intercettato alla Trump Tower appena prima della vittoria. Questo è maccartismo!”, ha scritto il presidente su Twitter.

Il presidente ha lanciato una serie di tweet per lamentare che Obama “è caduto molto in basso facendo controllare i miei telefoni”. “Questo è un nuovo Watergate”, ha scritto Trump, definendo il suo predecessore “un cattivo, (o un malato)”. “Scommetto che un buon avvocato farebbe una gran lavoro sul fatto che Obama intercettava i miei telefoni a ottobre, appena prima delle elezioni!”. E ancora: “E’ legale per un presidente in carica intercettare una corsa alla presidenza prima del voto? E’ stato già bocciato da un tribunale”.

Nei giorni scorsi il commentatore radiofonico conservatore Mark Levin ha sostenuto che Obama avrebbe usato tecniche da “stato di polizia” per fermare l’avanzata di Trump negli ultimi mesi della campagna elettorale. Una tesi ripresa con grande evidenza al sito conservatore Breitbart, diretto fino a questa estate dall’attuale consigliere del presidente Steve Bannon.

Secondo Breitbart l’amministrazione Obama avrebbe chiesto a giugno al tribunale per la sorveglianza dell’intelligence straniera l’autorizzazione, negata, di monitorare le comunicazioni di Trump e dei suoi consiglieri. A ottobre il governo avrebbe presentato una nuova richiesta al tribunale, relativa a un solo server situato nella Trump Tower, sospettato di collegamenti con una banca russa. Nulla sarebbe stato trovato, scrive Breitbart.

Era stato il New York Times a scrivere per primo, il 19 gennaio, il giorno prima dell’insediamento di Trump, che l’intelligence Usa aveva intercettato comunicazioni e transazioni finanziarie nell’ambito di un’inchiesta sui legami tra la campagna di Trump e i russi. Ma non ci sono notizie certe di intercettazioni dei telefoni della campagna di Trump.

Il presidente e la sua squadra sono in difficoltà dopo che sono emerse notizie di comunicazioni tra la sua campagna e funzionari dello spionaggio russo nella fase in cui, secondo l’intelligence Usa, Mosca stava tentando di influenzare la corsa alla Casa Bianca in favore del miliardario violando i computer dei democratici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump attacca Obama: "Ha controllato i miei telefoni prima del voto"

Today è in caricamento