rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Mondo Turchia

Istanbul, Hande Kader uccisa e bruciata: era l'icona del movimento gay

L'attivista, simbolo del movimento per la libertà dei transessuali, aveva 22 anni: il suo corpo è stato trovato carbonizzato in strada lo scorso 8 agosto. Ieri un corteo non autorizzato ha sfidato la repressione di Erdogan per chiedere giustizia

ISTANBUL (TURCHIA) - L'hanno trovata carbonizzata sul ciglio di una strada lo scorso 8 agosto. Ieri, centiaia di persone hanno dato vita a un corteo non autorizzato per le strade di Istanbul per chiedere "giustizia", sfidando la repressione di Erdogan. Per il movimento glbt Hande Kader, 22 anni, era più di una semplice attivista: era una vera e propria icona.

L'OMICIDIO - L’ultima volta l’avevano vista salire sulla macchina di un cliente a fine luglio. Quando il fidanzato non l’ha vista tornare a casa ha lanciato l’allarme. L’hanno ritrovata l’8 agosto su una strada a Zekeriyakoy, quartiere della Istanbul ricca: il suo corpo, prima di essere dato alle fiamme, è stato mutilato. 

CHI ERA HANDE KADER -  Hande era diventata un'icona del movimento Lgbt turco quando, lo scorso anno, sfidò gli idranti della polizia che voleva disperdere la parata del Gay Pride di Istanbul. Le foto che la ritraggono mentre rimane ferma e decisa davanti ai poliziotti, e poi mentre viene arrestata, fecero il giro del web.

Hande Kader durante il Gay Pride di Istanbul

COME MUHAMMAD - La vicenda di Hande è drammaticamente simile a una di pochi giorni fa, quando è stato ritrovato il cadavere decapitato e mutilato di un profugo siriano gay, Muhammad Wisam Sankari, scomparso alcuni giorni prima nel centro di Istanbul. Fuggito dalla guerra nel suo Paese, Sankari era arrivato in Turchia da un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istanbul, Hande Kader uccisa e bruciata: era l'icona del movimento gay

Today è in caricamento