rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Il mistero / Spagna

Il mistero degli uccelli morti che cadono dal cielo

Le immagini, provenienti dalla Spagna, stanno facendo il giro del web

Un mistero, al momento ancora fitto, quello che sta animando la Galizia, in Spagna. Nella città di Ferrol più di duecento uccelli, storni per la precisione, sono precipitati in terra colpendo auto in sosta e persone che in quel momento si trovavano a transitare in zona. È accaduto su un tratto della strada Alcalde Quintanilla e nei giardini dell'ospedale Juan Cardona, nel quartiere di Caranza intorno alle 9 del 26 novembre scorso. Una caduta di massa e nello stesso identico istante, immagini racchiuse in un video che sta facendo il giro dei social e che sono impressionanti.

Nel video si vede uno stormo alzarsi in volo nello stesso momento, però mentre alcuni proseguono il volo altri invece precipitano verso il basso. Un tonfo talmente violento, proprio perché ha coinvolto centinaia di volatili, che è stato scambiato dai cittadini per un tuono. Poi le foto, terribili, degli uccelli a terra o sulle auto. Alcuni morti, 127 per la precisione, altri invece ancora vivi ma incapaci di volare e con traumi evidenti alle ali e alle zampe. Gli esemplari sopravvissuti sono stati inviati al Centro di recupero della fauna selvatica di Oleiros nella città di La Coruna per essere curati e sottoposti ai test. Si cerca di capire cosa possa aver causato l’episodio definito inquietante.

Anche gli uccelli morti sono stati inviati al centro specializzato per effettuare i rilievi. Per stabilire se fossero stati avvelenati sono stati prelevati campioni per le “analisi tossicologiche dei tessuti di cervello, cuore, polmone, trachea, rene e intestino”. Attualmente sono “in attesa di risultati”. In un primo momento si è pensato che gli storni fossero stati fulminati o che fossero morti di influenza aviaria. Un episodio simile dovuto alla folgorazione capitò a Roma lo scorso Capodanno: a causa dei fuochi d’artificio moltissimi uccelli spaventati persero l’orientamento e finirono contro i cavi dell’alta tensione, morendo. Quanto all’influenza aviaria, al momento ci sono focolai anche in Italia, ma entrambe le cause – con riferimento a quanto accaduto in Spagna – sono state escluse.

E il mistero si infittisce. Anche perché a ottobre una notizia simile aveva sconvolto la Crimea dove migliaia di esemplari di uccelli diversi tra di loro erano stati ritrovati morti lungo una spiaggia. Una scoperta che fece lanciare l’allarme influenza aviaria lasciando comunque nello sconcerto e nell’evidente preoccupazione i residenti. Un altro episodio simile fu registrato nel febbraio del 2020 a Tarragona, in Catalogna: un centinaio di storni furono trovati morti al suolo, ma la causa fu presto trovata. Gli animali attraversarono una nube di composti tossici dovuta a una perdita verificatasi in un impianto petrolchimico. Circostanza che non pare essere quella della Galizia. Le ipotesi formulate sono tante, ma al momento per trovare conferma bisogna attendere i risultati dei test.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero degli uccelli morti che cadono dal cielo

Today è in caricamento