Domenica, 1 Agosto 2021
Mondo Siria

Ucciso Abu Sakkar, il jihadista cannibale

L'uomo era apparso in un video mentre tentava di strappare il cuore a un suo rivale

Abu Sakkar, il jihadista cannibale, è stato ucciso da un gruppo rivale nella provincia di Idlib, nel nordovest della Siria. Khaled al Hamad - questo il suo vero nome - era un ex ribelle, poi unitosi al gruppo al Nusra, legato ad al Qaida, assurto agli onori della cronaca dopo che un video lo aveva mostrato al mondo in procinto di strappare e mangiare il cuore di un rivale ucciso.

Dei ribelli "hanno ucciso Khaled al Hamad, conosciuto con il nome di Abu Sakkar, che era un comandante militare di al Nusra nella provincia di Idlib", ha riferito l'Osservatorio siriano sui diritti umani.

"E' stato ucciso in un regolamento di conti tra al Nusra, in posizione dominante in questa provincia, e altri gruppi islamisti", secondo il direttore dell'ong, Rami Abdel Rahman. Nel maggio del 2013, un video lo mostrò mentre tentava di strappare il cuore a un suo rivale. A quel tempo Abu Sakkar era un membro dell'esercito libero siriano e cercò di giustificare il suo gesto presentandolo come una vendetta contro gli abusi del regime.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso Abu Sakkar, il jihadista cannibale

Today è in caricamento