rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
UNGHERIA / Ungheria

Ungheria, smascherato criminale nazista responsabile della morte di 15700 ebrei

Laszlo Csatary, 97 anni, si trova in cima alla lista delle persone ricercate dal Centro Wiesenthal

Le foto pubblicate sul The Sun ritraggono un vecchietto vestito con una giacca a quadri ed un basco grigio in testa. Una persona come tante se non si trattasse di Laszlo Csatary, il criminale nazista più ricercato al mondo. Secondo le indicazioni fornite dal Centro Simon-Wiesenthal, il 97enne,  coinvolto nella morte di 15700 ebrei, vivrebbe a Budapest sotto falso nome. 

“Confermo che Laszlo Csatary è stato identificato e ritrovato a Budapest”, ha confermato al quotidiano francese Le Monde Efraim Zuroff, direttore del Centro Wiesenthal, spiegando che il Sun “ha potuto fotografarlo e filmarlo grazie alle informazioni che gli abbiamo fortito nel settembre 2011”. 

Già in passato l'organizzazione, impegnata anche nella ricerca dei vecchi gerarchi nazisti, aveva collaborato con il tabloid britannico per fare pressione sulle autorità e sensibilizzare la popolazione su questo tema. I giornalisti del The Sun si sono recati a casa di Csatary per intervistarlo, ma sono stati cacciati. 

Durante la Seconda guerra mondiale, Csatary è stato un ufficiale di polizia nella località ungherese di Kassa e, secondo le accuse, sarebbe stato responsabile della deportazione nel campo di Auschwitz di 15700 ebrei. Al momento è in cima alla lista dei gerarchi nazisti ricercati dal Centro Wiesenthal.

Condannato a morte in contumacia da un tribunale cecoslovacco nel 1948, l'uomo era poi fuggito in Canada, dove per quasi mezzo secolo aveva vissuto sotto falso nome, lavorando come commerciante di opere d'arte, prima di essere smascherato nel 1995. Anche se le autorità canadesi hanno definito “marginale” il suo ruolo nella deportazione degli ebrei, Csatary è comunque fuggito in Ungheria. 

Il Centro Wiesenthal è riuscito a localizzare Csatary grazie alle notizie fornite da un informatore anonimo, che in cambio ha ricevuto i 25mila dollari che l'organizzazione elargisce come ricompensa per coloro che li aiutano a ritrovare i vecchi gerarchi nazisti.  

Zuroff ha dichiarato di aver inviato alla procura di Budapest delle informazioni e dei documenti che confermerebbero le colpe dell'ex gerarca nazista, anche se le autorità ungheresi si mostrano molto caute. “Un'inchiesta è in corso, la procura sta studiando i dati in suo possesso”, ha affermato il procuratore aggiunti Jeno Varga. 

“Queste nuove prove rinforzano le accuse, già molto pesanti, contro Csatary” ha continuato Zuroff. “Il tempo trascorso non smorza le sue colpe, e la vecchiaia non deve essere una protezione per gli autori dell'Olocausto”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ungheria, smascherato criminale nazista responsabile della morte di 15700 ebrei

Today è in caricamento