Domenica, 9 Maggio 2021
L'università americana / Stati Uniti d'America

L'università che ammette solo vaccinati

Si tratta del Mit di Boston che ha imposto la vaccinazione a tutti gli studenti che vorranno iscriversi al semestre autunnale

È uno dei centri d'eccellenza della cultura mondiale e ha preso una decisione drastica. Ammetterà si suoi prestigiosi corsi soltanto gli alunni vaccinati. Si tratta del Mit, Massachusetts Institute of Technology, di Boston, una delle più importanti realtà accademiche del pianeta. La dirigenza dell'università ha comunicato la sua scelta tramite una lettera pubblicata sul sito dell'università con la quale ne spiega i motivi. E differenzia anche le posizioni delle persone che avranno accesso al campus. L'obiettivo del Mit è quello di far ricominciare le attività in presenza, completamente, in autunno.

Gli studenti dovranno vaccinarsi per iscriversi ai corsi 

Per questo ha deciso di applicare delle rigide regole per tutelare le condizioni di salute all'interno del campus partendo dagli studenti che lo popoleranno il prossimo semestre. Non sarà possibile iscriversi senza essere stati vaccinati. Una decisione chiara che ha l'obiettivo di alzare il livello di immunità all'interno della strutture di proprietà dell'università e che rappresenta solo il primo passo rispetto alle scelte che verranno fatte successivamente. Il board accademico sta infatti valutando di estendere la prescrizione anche ai dipendenti, ai docenti e agli esterni che accedono regolarmente all'interno della struttura. Per tracciare i membri della comunità del campus, l'università ha chiesto a tutti di compilare un modulo all'interno del quale viene chiesta la situazione personale rispetto all'immunizzazione da Covid.

Il modulo con la propria situazione sanitaria 

I membri della comunità, si legge nel comunicato, dovranno farlo entro il prossimo 23 maggio. I dati raccolti dalla compilazione di questo modulo verranno poi aggregati dalla direzione del Mit che deciderà i prossimi passi da fare. Sul tavolo c'è la possibilità di richiedere la vaccinazione di chiunque abbia accesso al campus. Dai docenti ai visitatori e l'analisi globale della situazione permetterà alla dirigenza di capire se sia necessario o meno prendere questa decisione. La dichiarazione fatta dai dipendenti, inoltre, potrà essere utilizzata anche per valutare singolarmente la propria posizione. Dopo la valutazione generale fatta con i dati aggregati, l'università avverte che potrebbe essere necessario valutare caso per caso la situazione di ogni dipendente.

Le ulteriori possibili imposizioni 

Questo significa che o potrebbe essere imposta la vaccinazione oppure potrebbero essere limitate le possibilità di spostamento e partecipazione alle attività all'interno del campus per le persone non immunizzate. Inoltre, specifica il Mit, conoscere la situazione generale dell'immunizzazione permetterà alla dirigenza di stabilire quali azioni di contenimento dovranno essere messe in campo. Si deciderà per esempio se saranno ancora necessarie le distanze interpersonali piuttosto che l'uso della mascherina. La comunicazione si conclude inoltre con un invito alla vaccinazione. “Se non l'hai già fatto, fatti vaccinare il prima possibile per proteggere te stesso e chi ti circonda”. La linea dell'università è chiara anche se non si faranno attendere polemiche per questa scelta che potrebbe essere ritenuta discriminatoria da qualche membro della comunità.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'università che ammette solo vaccinati

Today è in caricamento