rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Malagiustizia / Stati Uniti d'America

L'uomo che ha fatto 37 anni di carcere da innocente

La sentenza si è basata su una testimonianza che si è poi scoperto essere del tutto falsa

Era stato condannato per lo stupro e l’uccisione di una donna. Ma era tutto falso. Lo avevano incastrato, ma nel frattempo ha fatto 37 anni in carcere. La storia di malagiustizia arriva dagli Stati Uniti d’America, dove Willie Stokes stava scontando una condanna per violenza sessuale e omicidio. Una sentenza arrivata nel 1984, quando il giudice scelse la condanna sula base di una testimonianza che fu chiave per far pendere la bilancia dalla parte dell’accusa.

Oggi si scopre come quella testimonianza fosse falsa. Non solo, era stata costruita ad arte dalla polizia, che aveva corrotto un uomo per fargli dire determinate cose a processo che fossero contro la versione di Strokes. Oggi la Corte distrettuale della Pennsylvania ha annullato la sua condanna, ordinando il suo rilascio o un nuovo processo entro 120 giorni. L'avvocato ha spiegato che Stokes dovrebbe comparire in tribunale il 27 gennaio, quando l'ufficio del procuratore distrettuale probabilmente informerà della sua decisione finale di archiviare la questione o riprocessarlo.

Ora l’uomo è libero. Ma intanto ha fatto quasi 40 anni di carcere dopo la deposizione del super testimone Franklin Lee, oggi condannato per spergiuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che ha fatto 37 anni di carcere da innocente

Today è in caricamento