rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Stati Uniti / Stati Uniti d'America

Benvenuti a Vallejo, dalla bancarotta a città modello

La crisi del 2008 è stata un'opportunità per sperimentare nuove tecniche di amministrazione del centro abitato

Passare dalla bancarotta ad essere un modello per le altre città. E' questo quello che è accaduto a Vallejo, centro abitato della California di circa 116mila abitanti.   

Dopo essere stata la più grande città statunitense a dichiarare bancarotta nel 2008, Vallejo si era trovata a dover far fronte a nuovi problemi, tra i quali l'aumento della criminalità, i tagli personale di polizia, crescita dei pignoramenti e la mancanza di fondi per le strutture assistenziali.

E' stato allora che due funzionari comunali, Marti Brown e Stephanie Gomes, hanno deciso di rischiare il tutto per tutto e di proporre nuove soluzioni per amministrare la città. “Siamo stati innovativi e più disposti a correre dei rischi”, spiega Brown al Washington Post. “E' qualcosa che siamo stati costretti a fare, ma che si è anche rivelata una esperienza positiva per la città”. 

Per far fronte ai tagli delle forze dell'ordine, ad esempio, il comune ha investito 500mila dollari (circa 400mila euro) in telecamere, riuscendo così a monitorare un'area più ampia di quella precedente. Gli stessi cittadini sono stati incoraggiati a prendere in mano le redini della città. Grazie anche all'utilizzo di social network quali Facebook e Twitter, i sono formati gruppi di volontari dediti a varie attività, come la pulizia delle strade, la manutenzione degli spazi verdi e la sorveglianza dei quartieri. 

Un'altra proposta che ha avuto notevole successo è stata quella di aumentare di un penny la tassa sulla vendita, lasciando ai cittadini la possibilità di decidere come utilizzare il ricavato (circa 9,5 milioni di dollari), sperimentando così per la prima volta negli Stati Uniti una forma di bilancio partecipativo. Brown e Gomes hanno tratto ispirazione dalla città brasiliana di Porto Alegre, e ora questo metodo si sta diffondendo anche in alcuni quartieri di New York e Chicago. 

I cittadini continuano a doversi scontrare con problemi quali la criminalità e la depressione del mercato immobiliare, ma il bilancio del comune è tornato in ordine.

La città è diventata un modello per gli altri centri della California che stanno cercando di affrontare gli stessi problemi che Vallejo si è trovata davanti nel 2008. Il vice amministratore comunale Craig Whittom arriva addirittura a vedere nella bancarotta del 2008 un evento positivo. “Ci ha aiutato a reinventare noi stessi e a cambiare la nostra cultura, e così siamo potuti ripartire da una base finanziaria più solida”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benvenuti a Vallejo, dalla bancarotta a città modello

Today è in caricamento