Venerdì, 24 Settembre 2021
Come va all'estero / Germania

Vaccini: la Germania ha un problema

La campagna di immunizzazione va a rilento e la percentuale di prime dosi è ferma al 65%, un dato molto più basso di Spagna, Francia e Italia. Cos'è andato storto?

In Germania la percentuale di popolazione completamente immunizzata sfiora il 61%, ma a preoccupare le autorità è soprattutto il dato sulle prime dosi che sono ferme al 65%, una percentuale molto più bassa rispetto ad altri Paesi europei come Spagna (che arriva addirittura al 79%), Francia e Italia (entrambe sopra al 70%). Nel Paese, osserva lo Spiegel online,  si osserva una "stanchezza da vaccini" che potrebbe alimentare la quarta ondata di coronavirus. vaccini germania-2Da qualche settimana a questa parte la campagna vaccinale va a rilento. Dai dati di Our World in data si evince che il numero di vaccinazioni giornaliere effettuate è inferiore a quello dei Paesi europei con popolazione simile. E la forbice diventa sempre più ampia.

dati vaccini-2

Cos'è andato storto? Una possibile spiegazione, potrebbe essere l’iniziale cautela delle autorità nei confronti delle vaccinazioni per i 12-17enni. Se in un primo momento gli esperti tedeschi raccomandavano l'iniezione scudo solo per i ragazzi con determinate condizioni (presenza di malattie che li espongono a rischio di decorso Covid grave; soggetti fragili senza adeguata protezione immunitaria e così via), a metà agosto  il Comitato permanente per la vaccinazione (Stiko) presso il Robert Koch Institute, ha cambiato linea emettendo "una raccomandazione generale alla vaccinazione Covid dai 12 ai 17 anni" perché "secondo lo stato attuale delle conoscenze, i vantaggi superano il rischio di effetti collaterali molto rari del vaccino".

La marcia indietro però non è bastata a recuperare il terreno perso. Neppure il Green Pass, diventato obbligatorio come in altri Paesi per accedere a varie attività, è servito a dare nuova verve alla campagna vaccinale, sebbene vada evidenziato che l'obbligo può essere sospeso dalle regioni in condizioni di bassa incidenza del contagio. Resta il fatto che finora le autorità non sono riuscite a convincere gli indecisi.

Nelle ultime ore si sono moltiplicati gli appelli. La società ferroviaria Deutsche Bahn, la  ha lanciato un'iniziativa sul "Ringbahn", l'anello ferroviario che in un’ora fa il giro di Berlino, e per tre ore un’equipe medica havaccinato 100 passeggeri volontari con una dose unica di Johnson&Johnson. A Berlino si cerca di favorire le vaccinazioni in ogni modo, dai locali notturni ai parcheggi e anche sui treni e il sindaco Michael Mueller ha detto all’agenzia dpa di "lottare per ogni singola vaccinazione". Va infine segnalato l'appello lanciato dal ministro della Salute a chi non si è ancora immunizzato. Il messaggio è chiaro: se il numero dei vaccinati non aumenterà gli ospedali rischiano di essere travolti da un'altra ondata di pazienti Covid. 

(Infografiche in alto da 'Our World in data')

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini: la Germania ha un problema

Today è in caricamento