rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Covid e bambini / Cina

La Cina vaccinerà tutti i bambini sopra i 3 anni entro la fine dell'anno

Oltre la metà dei 160 bambini tra i 3 e gli 11 anni sono stati vaccinati, e si punta a chiudere il cerchio il prima possibile

La Cina vaccinerà tutti i bambini dai 3 ai 12 anni entro la fine dell’anno, primo Paese a decidere di adottare questa politica estesa mentre molti altri discutono ancora dell’eventualità di procedere.

Stando a quanto riportato da Bloomblerg, il Paese ha già vaccinato oltre il 75% di una popolazione di 1,4 miliardi di persone, principalmente adulti e anziani, e nelle ultime settimane si è concentrata nel somministrare il booster agli adulti e la prima iniezione ad adolescenti e bambini, anche molto piccoli. Un’operazione resa possibile dal fatto che le scuole e gli asili sono stati trasformati in hub in cui somministrare il vaccino, e stando ai dati diffusi dalla Commissione Nazionale della Sanità cinese oltre 84 milioni di bambini tra i 3 e gli 11 anni avrebbero già ricevuto una dose.

La vaccinazione per i bambini è volontaria: in totale sono 160 milioni i bambini cinesi tra i 3 e gli 11 anni da vaccinare, e oltre la metà ha già ricevuto la loro dose. A questo ritmo, la Repubblica Popolare Cinese conta di chiudere il cerchio entro la fine del 2021: un prosieguo della strategia di tolleranza zero che ha applicato sin dall’inizio per contenere la pandemia partita da Wuhan. Per i bambini piccoli la Cina aveva approvato a giugno la somministrazione dei vaccini inattivati (vaccini in cui il virus è appunto inattivato in fase di fabbricazione) sviluppati dalla compagnia statale Sinopharm e da quella con base a Pechino Sinovac Biotech Ltd. Il Paese ha dato priorità anche alla vaccinazione per gli studenti universitari, e oltre il 95% degli studenti over 18 l’ha già ricevuta.

Questa tipologia di vaccino è stata approvata per l’uso su bambini dai tre ann in su anche negli Emirati Arabi, in Argentina e in Cile. Gli Stati Uniti hanno invece approvato la somministrazione di una dose ridotta di Pfizer ai bambini tra i 5 e gli 11 anni, mentre Pfizer Inc e BioNTech SE (che lo hanno sviluppato) stanno cercando di ottenere l’approvazione per i bambini in altre parti del mondo.

La spinta alla vaccinazione dei più piccoli è arrivata anche dall’Italia, con la Società Italiana Pediatri che ha messo in luce l’aumento dei contagi e dei ricoveri tra i più piccoli, esclusi dalla campagna di vaccinazione se minori di 12 anni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cina vaccinerà tutti i bambini sopra i 3 anni entro la fine dell'anno

Today è in caricamento