Venerdì, 26 Febbraio 2021
Regno Unito

Nel Regno Unito stop al vaccino a chi ha reazioni allergiche

La decisione dell'Mhra dopo il caso di due operatori sanitari che hanno manifestato reazioni avverse al siero

Foto di repertorio

L'autorità britannica di regolamentazione del farmaco (Mhra) ha diramato un'allerta per chi ha una storia ''significativa'' di reazioni allergiche a cibo, medicine o vaccini. A queste persone, ha avvertito, non deve essere somministrato il vaccino Pfizer/BioNTech contro il Covid-19. L'allerta arriva dopo che due operatori del sistema sanitario nazionale britannico, il Nhs, hanno manifestato reazioni ''avverse'' dopo che gli era stato somministrato il vaccino anti coronavirus. Entrambi gli operatori sanitari avevano ''una storia significativa di allergie''. Stephen Powis, direttore del Sistema nazionale britannico, ha spiegato che'', ''come accade comunemente con i nuovi vaccini, l'Mhra ha consigliato a titolo precauzionale che le persone con una storia significativa di reazioni allergiche non ricevano questa vaccinazione dopo che due persone con un la storia di reazioni allergiche significative ha risposto negativamente ieri. Entrambi si stanno riprendendo bene".

Insomma, nulla di particolarmente preoccupante. Ma l'Mhra ha voluto comunque essere trasparente avvertendo dei rischi chi ha avuto in passato "gravi allergie a vaccini, medicine e cibo, e cioè reazioni anafilattoidi" nonché a tutti coloro a cui è stato prescritto di "portare sempre con sé un autoiniettore di adrenalina". 

La campagna vaccinale nel Regno Unito

Ieri nel Regno Unito è stato il V-Day, il primo giorno della campagna vaccinale per immunizzae la popolazione. Il primo lotto del vaccino Pfizer-BioNtech, importato dal Belgio, dove viene prodotto il farmaco, basterà per 400.000 persone - in questa prima fase - appartenenti alle fasce più vulnerabili della popolazione, a cominciare dagli over 80 e dal personale sanitario e delle case di cura. Il governo di Londra prevede di avere circa quattro milioni di dosi entro la fine dell'anno, su un totale di 40 milioni che ha commissionato al consorzio tedesco-americano.

La prima dose della vaccinazione è stata riservata a Margaret Keenan, 91 anni la prossima settimana, che alle 6.45 si è presentata al centro anti covid di Coventry. La signora Keenan, originaria di Enniskillen in Irlanda del Nord, riceverà la seconda dose tra 3 settimane.

"Mi sento così privilegiata ad essere la prima persona vaccinata contro il Covid 19, è il miglior regalo di compleanno che potessi aspettarmi. Potrò passare del tempo con i miei familiari e con i miei amici nel nuovo anno, dopo aver passato da sola gran parte del 2020"

"It's just so strange and wonderful really"

Margaret Keenan, who turns 91 next week, says becoming the first to receive the Pfizer/BioNTech vaccine is the "best early birthday present"https://t.co/5YRCcikgC8 pic.twitter.com/FxviG39ai2

— BBC Breaking News (@BBCBreaking) December 8, 2020

Abbiamo puntato sul vaccino sbagliato?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Regno Unito stop al vaccino a chi ha reazioni allergiche

Today è in caricamento