rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
"Agenti indifendibili" / Stati Uniti d'America

Valentina, uccisa a 14 anni da un proiettile vagante della polizia nel camerino di un negozio

La polizia di Los Angeles ha diffuso il video shock dell'intervento al grande magazzino Burlington nel quale è rimasta uccisa la giovanissima: "Indifendibile aprire il fuoco in un luogo affollato nel pieno dello shopping natalizio"

Nelle scorse ore la polizia di Los Angeles ha diffuso un video dell'intervento al grande magazzino Burlington nel quale è rimasta uccisa una incolpevole 14enne colpita da un proiettile vagante. L'incidente è accaduto il 23 dicembre e la ragazzina, Valentina Orellana-Peralta, era in uno dei camerini a provare un abito quando è stata ferita a morte. La polizia è intervenuta dopo diverse chiamate per una possibile sparatoria. I video mostrano un uomo fuori controllo che si accanisce con un oggetto di metallo contro una donna: gli agenti sparano contro il sospettato alcuni colpi, uno lo uccide. Un altro ha raggiunto però Valentina Orellana-Peralta. Pur trattandosi di un incidente, la polizia è stata molto criticata per l'uso eccessivo della forza. Molti ritengono infatti che sia stato un grave errore sparare colpi all'interno del grande magazzino, pieno di clienti a due giorni da Natale.

"Indifendibile che agenti di polizia addestrati aprano il fuoco in un negozio affollato"

l filmato della videocamera della polizia mostra un certo numero di agenti che arrivano sulla scena con le pistole spianate. Pochi secondi dopo aver individuato il sospetto, uno di loro apre il fuoco con una pistola a canna lunga. L'uomo cade a terra e viene ammanettato.

Il materiale fornito ai media dalla polizia mostra il fermo immagine di uno dei colpi che il poliziotto ha sparato saltando dal pavimento, colpendo il muro esterno dello spogliatoio dove si nascondevano Valentina e sua madre. Il capo della polizia Michel Moore ha detto di aver ordinato un'indagine completa sull'episodio. "L'incidente che ha provocato la morte di una innocente è devastante per tutte le persone coinvolte", ha affermato Moore. "Sono profondamente dispiaciuto per la perdita della vita di questa giovane ragazza e so che non ci sono parole che possano evidenziare l'inimmaginabile dolore per la famiglia".

Il gruppo ispanico per i diritti civili Lulac denuncia come gli agenti abbiano risposto hanno agito in modo avventato."E' indifendibile che agenti di polizia addestrati di Los Angeles possano aprire il fuoco in un negozio affollato nel pieno dello shopping natalizio, senza prima sapere con certezza se il sospettato fosse armato", ha affermato il presidente, Domingo Garcia.

Chi era Valentina Orellana-Peralta

Valentina Orellana-Peralta era arrivata negli Stati Uniti dal Cile con sua madre, Soledad Peralta, circa sei mesi fa, per visitare sua sorella maggiore, che lavora in un ristorante. "Valentina era una ragazza timida in Cile, ma tutto stava andando bene per lei negli Stati Uniti", ha detto sua zia Carolina Peralta, 51 anni, in un'intervista al Los Angeles Times. "Stava recuperando con l'inglese ed era più estroversa. Era felice di stare con sua sorella maggiore".

Valentina era nata e cresciuta nel quartiere operaio di Macul a Santiago, capitale del Cile.  Soledad Peralta sognava di riunire la famiglia negli Stati Uniti. Stavano lavorando alla documentazione per rimanere permanentemente nel paese. 

ATTENZIONE: Il video seguente contene immagini forti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valentina, uccisa a 14 anni da un proiettile vagante della polizia nel camerino di un negozio

Today è in caricamento