Venerdì, 30 Luglio 2021
Mondo Venezuela

Venezuela in crisi, si lavora solo due giorni a settimana: "Manca l'elettricità"

I dipendenti pubblici lavoreranno solo due giorni a settimana a causa della crisi energetica. Chiuse anche le scuole il venerdì

Il Venezuela si trova ad affrontare una grave crisi energetica e le autorità hanno annunciato oggi che i dipendenti pubblici lavoreranno solo due giorni a settimana.

"Non ci sarà più lavoro per il settore pubblico nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì, eccetto in caso di compiti fondamentali e necessari", ha detto il vicepresidente Aristobulo Isturiz, aggiungendo che anche le scuole, dall'infanzia alle superiore, rimarranno chiuse il venerdì.  Il vicepresidente ha fatto l'annuncio dalla principale centrale idroelettrica del Venezuela, l'impianto di Guri di Bolivar, nel Sud-Est, che fornisce il 70% dell'elettricità del Paese, dove il livello dell'acqua è diminuito fino ad avvicinarsi all'altezza minima di funzionamento.

Già la scorsa settimana il governo aveva annunciato un piano di razionamento dell'elettricità nei 10 Stati più popolosi e industrializzati del Paese, compresa la capitale Caracas. Le autorità hanno quindi decretato un imminente cambiamento di fuso orario di 30 minuti, la creazione di nuovi giorni di ferie e la riduzione a sei ore dell'orario di lavoro nei ministeri. I grandi consumatori di energia sono stati a loro volta invitati a limitare i propri bisogni energetici a nove ore al giorno, cosa che ha spinto i centri commerciali a ridurre gli orari di apertura.

Secondo il governo, le 18 riserve idriche del Paese stanno soffrendo gli effetti della siccità causata da El Nino, ma l'opposizione, maggioritaria in Parlamento, ha accusato l'esecutivo di non aver investito abbastanza nella rete elettrica per soddisfare la domanda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezuela in crisi, si lavora solo due giorni a settimana: "Manca l'elettricità"

Today è in caricamento