Sabato, 24 Luglio 2021
Mondo Venezuela

Il Venezuela si schiera: 7 milioni votano al referendum contro Maduro

Plebiscito simbolico al voto informale contro la decisione del presidente venezuelano di riscrivere la costituzione. Ancora sangue nelle strade: una donna è stata uccisa davanti ai seggi elettorali

Il referendum in Venezuela (FOTO ANSA)

I cittadini del Venezuela si schierano contro Maduro. Nel referendum informale contro il piano del presidente venezuelano di riscrivere la costituzione, ha votato iil 98,4% della popolazione, 6.387.854 persone. Un risultato eclatante che ha rappresentato anche la presa di posizione della Mesa de unidad democratica (Mud) contro Nicolas Maduro, che sembra voler creare un'assemblea costituente, in modo da ottenere il pieno controllo del Paese, divenendo un dittatore a tutti gli effetti. 

Più di  7 milioni al voto

Oltre 7 milioni di venezuelani ( 6.492 381 dentro i confini del Paese e 693.789 all’estero) hanno partecipato ieri alla consultazione simbolica organizzata dall’opposizione contro il presidente Nicolas Maduro e contro il suo progetto di Assemblea costituente. Lo hanno annunciato irettori di università, in qualità di garanti dell’organizzazione del voto, al termine dello spoglio del 95% delle schede.“Questo vuol dire, matematicamente, che con i voti espressi i venezuelani hanno revocato Nicolas Maduro”, ha commentato Julio Borges, leader dell’opposizione e presidente dell’Assemblea nazionale.Un delitto ha macchiato la giornata: una donna è stata uccisa da colpi d’arma da fuoco davanti a uno dei 2mila seggi elettorali. Secondo la procura, degli sconosciuti a bordo di una motocicletta hanno aperto il fuoco sulle persone in attesa di votare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uccisa una donna

Una donna è stata uccisa da colpi d’arma da fuoco davanti a uno dei 2mila seggi elettorali aperti per la consultazione informale organizzata dall’opposizione venezuelana contro il presidente Nicolas Maduro. Secondo la procura, degli sconosciuti a bordo di una motocicletta hanno aperto il fuoco sulle persone in attesa di votare. L’attacco è avvenuto a Catia, sobborgo popolare ad ovest della capitale Caracas. Secondo l’opposizione è stato condotto da gruppi paramilitari vicini al presidente Maduro. Oltre alla donna uccisa, 61 anni, altre tre persone sono rimaste ferite.

Le proteste contro il successore di Chavez si susseguono da oltre 4 mesi in Venezuela e sono costate la vita ad almeno 100 persone. Più di 7 milioni di venezuelani hanno partecipato alla consultazione simbolica organizzata dall’opposizione contro il presidente Nicolas Maduro e contro il suo progetto di Assemblea costituente. Lo hanno annunciato i rettori di università, in qualità di garanti dell’organizzazione del voto, al termine dello spoglio del 95% delle schede. Il Venezuela “ha inviato un messaggio chiaro all’esecutivo nazionale e al mondo”, ha dichiarato la rettrice dell’Università centrale del Venezuela, Cecilia García Arocha, precisando che 6.492 381 persone hanno votato dentro i confini del Paese e 693.789 all’estero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Venezuela si schiera: 7 milioni votano al referendum contro Maduro

Today è in caricamento