Sabato, 27 Febbraio 2021

Come uno stato in Australia ha vinto la sua battaglia contro il coronavirus

A Victoria si festeggia la vittoria. Sono Covid-free. L'ultimo caso attivo, un uomo sulla novantina, è stato dimesso lunedì dal Monash Medical Center. Proprio l'ospedale in cui "tutto" era iniziato. La storia di un successo annunciato ma non scontato

Lo Stato australiano di Victoria festeggia la vittoria. Un successo annunciato, visto il trend delle ultime settimane. E' ufficialmente libero dal Covid. L'ultimo caso attivo, un uomo sulla novantina, è stato dimesso lunedì dal Monash Medical Center. La moglie era stata dimessa giovedì scorso. Per la prima volta dal 21 febbraio non ci sono quindi pazienti con il coronavirus negli ospedali. Tutto è finito dove tutto era iniziato. Il Monash Medical Center aveva infatti trattato il primo caso di coronavirus ricoverato in Victoria a fine febbraio.

Che la via dell'Australia nella lotta al Sars-Cov-2 fosse quella vincente ve l'abbiamo già raccontato. Giorno dopo giorno, arrivano conferme.   

Australia, lo Stato di Victoria è Covid-free

La ricetta contro il virus? In Australia hanno combinato il distanziamento sociale con misure estremamente incisive per bloccare la trasmissione sul territorio. Poi la tracciabilità e l'utilizzo dei tamponi per tracciare gli asintomatici. La seconda ondata ora è alle spalle. E si conclude con la guarigione dei due anziani: una bella storia, come raccontano i medici che li avevano in cura. La salute e l'umore dei due erano drasticamente migliorati dopo che avevano potuto ricevere le visite dei loro cari. Originari del distretto di Chadstone, erano gli unici pazienti Covid in ospedale dal 1° novembre scorso. 

Sono stati 10 mesi di emergenza sanitaria, anche se i numeri non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quelli europei o americani. Basti pensare che in tutta l'Australia si sono registrati meno di 28mila casi in tutto (in Italia è il numero di casi quotidiani spesso in questa seconda ondata). 907 persone hanno perso la vita per il Covid: tra queste, 819 nello Stato di Victoria, di gran il più colpito. Il secondo Stato per decessi Covid è il Nuovo Galles del Sud, staccatissimo, con 53 morti. Il primo caso australiano di coronavirus era stato un uomo che aveva viaggiato da Wuhan a Melbourne, ed era stato identificato il 24 gennaio. 

Da lunedì si è tornati alla normalità (quasi) totale

Oggi Victoria è da 25 giorni senza morti per virus e senza nuovi casi. Da lunedì i cittadini possono riunirsi si sono riuniti con parenti, cari e amici al di fuori ello Sttao, perché sono stati riaperti i confini con il New South Wales dopo più di quattro mesi. Da questa settimana le mascherine non sono più obbligatorie all'aperto se si può mantenere la distanza interpersonale di sicurezza. La mascherina resta obbligatoria in ambienti interni, inclusi luoghi di lavoro, supermercati e trasporti pubblici, e va sempre portata con sé per ogni evenienza.

A Melbourne, la capitale dello stato australiano di Victoria, le mascherine all'aperto erano obbligatorie da metà luglio e la regola era stata estesa a tutto il Victoria ad agosto. Il rigidissimo lockdown a Melborune secondo alcuni è stato eccessivo e troppo lungo, ben 111 giorni, ma ora si vedono i risultati. 

Da lunedì scorso i limiti per le riunioni pubbliche all'aperto sono saliti a 50 persone. Per matrimoni e funerali il limite è di 150 persone. Lo stesso limite si applica a cinema, gallerie e musei.  I grandi ristoranti, caffè e pub potranno ospitare fino a 150 clienti all'interno, mentre i locali più piccoli dovranno rispettare una capienza massima di 50 clienti. Nelle case ci si può riunire fino a gruppi di 15, con la soglia che sarà portata a 30 persone dieci giorni circa prima di Natale. 

victoria covid free-2

Il premier Daniel Andrews ha detto che la dimissione dell'ultimo paziente dall'ospedale è stata una grande notizia “per loro e per la loro famiglia”. "Ci offre l'opportunità di ringraziare ancora una volta tutti gli infermieri e medici, gli addetti alle pulizie ospedaliere, gli impiegati di reparto, l'intero team sanitario per il lavoro straordinario che hanno svolto durante questo evento pandemico globale". Ma invita tutti alla cautela: "Anche senza neanche un caso di coronavirus attivo, il virus non scomparirà fino all'arrivo di un vaccino". Ma Melbourne e lo Stato di Victoria se la sono cavata egregiamente anche senza il vaccino. 

I politici australiani, uniti, hanno saputo spiegare ai connazionali din da febbraio che la situazione era gravissima: per un breve lasso di tempo gli australiani hanno accettato di rinunciare alle "libertà civili" che non avevano mai perso prima, nemmeno durante due guerre mondiali. Ora possono tirare un sospiro di sollievo.

Come ha fatto l'Australia a eliminare il coronavirus (quasi)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come uno stato in Australia ha vinto la sua battaglia contro il coronavirus

Today è in caricamento