Sabato, 25 Settembre 2021
SALUTE / Stati Uniti d'America

Virus Ebola, allerta massima negli Stati Uniti

L'agenzia di sanità americana ha innalzato l'allerta al livello 1, quello destinanto alle emergenze più serie. Intanto il presidente Obama frena sul siero sperimentale: "Prematuro il suo utilizzo"

I centri per la prevenzione e il controllo delle malattie degli Stati Uniti, l'agenzia federale che si occupa di sanità pubblica, ha alzato al livello massimo l'allerta per l'epidemia di Ebola. Una decisione che segnala come l'organismo consideri seria e potenzialmente duratura l'emergenza. L'obiettivo, come prevede il protocollo, è quello di dedicare maggiori sforzi e uomini allo studio e al contenimento della malattia.

Il livello 1 è riservato alle più serie emergenze. L'agenzia ha definito appropriata la sua scelta per l'Ebola, visto che l'epidemia "potenzialmente riguarda molte vite" e si è ora estesa anche alla Nigeria. I Cdc - gli agenti federali della sanità pubblica  presero una decisione simile nel 2005 dopo l'uragano Katrina e nel 2009 per l'influenza aviaria.

Anche il presidente della Liberia Ellen Johnson Sirleaf ha dichiarato lo stato di emergenza per l'Ebola, sottolineando come l'epidemia "richieda misure straordinarie per la stessa sopravvivenza del nostro Stato".

"Il virus Ebola, le ramificazioni e le conseguenze della malattia, rappresentano oggi un problema che minaccia l'esistenza, la sicurezza e il benessere della Repubblica, sono un pericolo chiaro e immediato", ha detto il presidente, annunciando l'intenzione di imporre lo stato di emergenza per almeno 90 giorni. La misura sarà presentata oggi al parlamento. Sono quasi 300 i casi accertati finora nel paese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virus Ebola, allerta massima negli Stati Uniti

Today è in caricamento