Lunedì, 20 Settembre 2021
Mondo Francia

Perché quella dei "gilet gialli" è una vittoria totale (che nessuno si aspettava)

Macron (la cui popolarità è in picchiata) ha deciso: gli aumenti delle tasse sui carburanti sono "annullati". Non solo una moratoria di qualche mese, quindi: il confronto ripartirà da zero. Ma la tensione è ancora altissima in vista delle prossime manifestazioni

Foto: Ansa/Ap

E' una vittoria per il movimento dei "gilet gialli", o almeno è quel che ritengono molti commentatori. Gli aumenti delle tasse sui carburanti previsti per l'anno prossimo sono "stati annullati per l'anno 2019": lo ha affermato il ministro della Transizione ecologica francese, François de Rugy.

Chi sono i gilet gialli e cosa vogliono (e ora un ex M5s apre la "succursale" italiana)

Il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro Edouard Philippe "hanno d'intesa voluto rimuovere l'aumento della tassa" sui carburanti per il 2019, fa sapere l'Eliseo. "Il dibattito cittadino e parlamentare delle prossime settimane e mesi dovrà trovare soluzioni e finanziamenti che rispondano alle sfide della transizione ecologica, soluzioni che preserveranno il potere d'acquisto dei nostri concittadini", aggiunge l'Eliseo.

Nessun aumento della tassa sulla benzina

"Non c'è alcun inganno: ho parlato pochi minuti fa con il presidente Emmanuel Macron e mi ha detto 'la gente ha l'impressione che ci sia un trucco, che gli dicano che c'è una sospensione ma che poi verrà riproposto in seguito'", ha spiegato Rugy nel corso di un dibattito televisivo con dei rappresentanti del movimento di protesta dei "gilet gialli".

Al termine di un dibattitito durato cinque ore l'Assemblea Nazionale francese ha approvato con 358 voti favorevoli e 194 contro le misure annunciate dal primo ministro Edouard Philippe in risposta alla crisi dei "gilet gialli". Durante il voto sulla "fiscalità ecologica e le coseguenze sul potere d'acquisto" il primo ministro ha difeso la scelta di abbandonare la misura sull'aumento della tassa sul carburante e il congelamento delle tariffe del gas e dell'elettricità questo inverno.

Gilet gialli, dal governo stop alle tasse sulla benzina ma la protesta si allarga

Quindi non c'è "solo" una sospensione per sei mesi dell'annunciato aumento delle tasse sul carburante. La scelta del governo è di fare tabula rasa e ripartire con un nuovo confronto nel corso del 2019, per trovare soluzioni il più possibile condivise. Il primo ministro, Edouard Philippe aveva annunciato l'altro ieri che l'ecotassa non sarebbe comunque stata inserita nel progetto di finanziaria 2019, ma aveva parlato di "moratoria" di 6 mesi. Invece non sarà così. La priorità del governo è calmare le acque, e frenare le proteste, che sabato dopo sabato hanno visto scendere in piazza più di centomila persone.

Popolarità di Macron in calo

La popolarità del presidente francese Emmanuel Macron cala di tre punti, a 18%, in meno di un mese, quella del premier Edouard Philippe di sei punti a 21%, secondo un sondaggio YouGov. E' il rating più basso raggiunto dal capo di Stato e dal capo di Governo d'Oltralpe, a tre settimane dall'inizio del movimento dei "gilet gialli" che protestano per il rialzo dei prezzi dei carburanti deciso in un primo tempo dal Governo francese nel quadro della conversione ecologica.

Timori per la manifestazione di sabato

La preoccupazione della presidenza Macron è altissima e l'attenzione è tutta rivolta al possibile quarto sabato di protesta dei "gilet gialli". Le autorità secondo la radio France Info si aspettano una manifestazione "di grande violenza", le notizie che arrivano dal territorio sono "estremamente preoccupanti". Si starebbe preparando un "nocciolo duro di diverse migliaia di persone" che verrebbero a Parigi "per distruggere". Per questo tutti i membri del governo hanno lanciato appelli alla calma, invitando i "ragionevoli" ad evitare di manifestare ancora. A complicare la prospettiva, un sindacato minoritario di polizia - proclamando addirittura di voler essere "solidale con i gilet gialli" - invita allo sciopero i suoi aderenti a partire da sabato, partendo dai funzionari del ministero dell'Interno. 

L'annullamento dell'aumento delle tasse sul carburante dovrebbe abbassare enormemente la tensione: è quel che si augura Macron.

Esplode la protesta dei gilet gialli: "In 81mila nelle strade" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché quella dei "gilet gialli" è una vittoria totale (che nessuno si aspettava)

Today è in caricamento