rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
RUSSIA / Russia

Volgograd tornerà a chiamarsi Stalingrado? Referendum in Russia

Valentina Matvienko, presidente del Consiglio della Federazione, il Senato russo ha proposto di indire un referendum popolare per ridare alla città il vecchio nome. Il cambio di nome risale al 1961. La destalinizzazione portò alla denuncia pubblica delle atrocità commesse dall'ex dittatore

Volgograd è il simbolo della resistenza soveiteica all'invasione nazista. Dal 1925 al 1961 la città era nota al mondo come Stalingrado. Una battaglia, quella tra il 1942 e il 1943 a Stalingrado, da due milioni di morti, la più cruenta della storia.

Valentina Matvienko, presidente del Consiglio della Federazione, il Senato russo ha proposto di indire un referendum popolare per ridare alla città il vecchio nome. Il cambio di nome risale al 1961. La destalinizzazione portò alla denuncia pubblica delle atrocità commesse dall'ex dittatore.

Al quotidiano Izvestia Matvienko spiega che "il destino della città deve essere deciso dai suoi abitanti". Sulla stessa linea anche Vladimir Vasiliev, leader alla Duma del partito di governo Russia Unita, e il capo della Commissione Elettorale Centrale, Vladimir Churov.  Nel frattempo l’amministrazione di Volgograd ha deciso rinominare la città Stalingrado solo in occasione dei grandi anniversari legati alla Guerra Patriottica (così in Russia è chiamata la Seconda Guerra Mondiale). In queste occasioni circolano per la città cinque "Stalin bus", pullman con il ritratto del dittatore sulle fiancate.

Sostengono l'idea che "la città sul Volga" torni a essere "la città di Stalin" il Partito Comunista e Russia Unita. Ghennady Zyuganov, storico leader dei comunisti, ha detto di aver raccolto già centomila firme a sostegno della proposta.

Non è possibile al momento capire se l'amministrazione locale di Volgograd abbia preso la decisione di tornare al nome di Stalingrado, sia pure per pochi giorni l'anno, perché Stalin è entrato in quella parte lontana del tempo, nella quale tutto diventa scientificamente Storia; o se sia inconfessabile nostalgia per l'uomo che diede il nome alla grande vittoria e potere globale all'Unione Sovietica. Quello che è certo è che le autorità hanno deciso di sfruttare al massimo il potenziale patriottico e coesivo della memoria della guerra contro il nazismo.

Secondo un sondaggio condotto online da una tv russa nel 2008, Stalin sarebbe considerato il terzo personaggio storico più importante per la Russia, dopo il principe medievale Alexander Nevsky (vissuto nel 13esimo secolo) e il ministro riformatore del tardo periodo zarista Piotr Stolypin.

Le simpatie del Partito comunista russo per Stalin spiegano (in parte) il suo continuo apprezzamento nella società russa, nonostante le enormi sofferenze che l’epoca staliniana consegnò al paese – purghe, deportazioni, collettivizzazioni forzate e milioni di morti. Anche gli attuali leader russi si guardano bene dal prendere nettamente le distanze da Stalin.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volgograd tornerà a chiamarsi Stalingrado? Referendum in Russia

Today è in caricamento