Lunedì, 15 Luglio 2024
Il pressing / Cina

Xi avrebbe ammonito Putin su un attacco nucleare in Ucraina

L'ultimatum, scrive il Financial Times, sarebbe giunto durante la visita di stato del leader cinese a Mosca lo scorso marzo. Ma per ora, dal Cremlino, arrivano solo smentite

Lo spettro di una guerra nucleare spaventa Pechino. Il presidente cinese Xi Jinping ha messo personalmente in guardia l'omologo russo Vladimir Putin contro un attacco nucleare in Ucraina. L'ultimatum, scrive il Financial Times, sarebbe giunto durante la visita di stato di Xi a Mosca lo scorso marzo. Il quotidiano britannico dà conto del fatto che i funzionari cinesi si sono presi privatamente il merito di aver convinto il leader russo a fare marcia indietro rispetto alle velate minacce atomiche. Ma per ora, dal Cremlino, arrivano solo smentite. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass, ha affermato che le rivelazioni del quotidiano britannico sono solo una "invenzione".

Lo scopo della dissuasione di Putin

Tuttavia, stando a quanto scrive il Financial Times, dissuadere Putin dall'usare un'arma nucleare è stato fondamentale per la campagna della Cina finalizzata a riparare i legami commerciali e diplomatici danneggiati con l'Europa, ha affermato un alto consigliere del governo cinese citato dal quotidiano della City in forma anonima. L'invasione su vasta scala dell'Ucraina da parte della Russia a febbraio 2022 ha messo Mosca e Pechino in contrasto con gran parte dell'Europa, oltre che con gli Usa.

I russi minacciano un'altra Chernobyl? Cosa rischiamo davvero

Non è la prima volta che la Cina si oppone all'uso di armi nucleari in Ucraina nelle sue dichiarazioni pubbliche. Ma molti dei sostenitori di Kiev hanno dubitato sul reale impegno di Pechino, data l'amicizia "senza limiti" siglata da Xi e Putin a poche settimane dall'invasione dell'Ucraina e il "piano di pace" cinese che include molti punti di discussione propri della Russia. C'è poi un ulteriore elemento: Pechino si è sempre astenuta dal criticare Mosca per l'invasione in Ucraina e ha accusato l'Occidente di alimentare il conflitto fornendo armi all'Ucraina, lamentandosi degli "atti dannosi di egemonia, dominio e bullismo" voluti dagli Usa con le sanzioni unilaterali.

Il nuovo ordine mondiale di Putin e Xi 

Le preoccupazioni di Pechino

Il gigante asiatico è preoccupato per le conseguenze di un probabile attacco nucleare russo contro l'Ucraina. In base a un accordo firmato nel 2013, la Cina assicura all'Ucraina la protezione cinese in caso di un attacco nucleare. Nove anni fa, il gigante asiatico ha accolto con favore l'intesa siglata nel 1994 dall'Ucraina, che rafforzava l’impegno da parte di Kiev a rinunciare alle armi nucleari di epoca sovietica, in cambio di garanzie di sicurezza da parte di Stati Uniti, Regno Unito e Russia. Ma l’impegno di Pechino nel proteggere l'Ucraina da un attacco nucleare si presenta come un ulteriore ostacolo nei rapporti tra Cina e Russia, due stretti partner che si danno forza a vicenda nella lotta per rafforzare gli autoritarismi. 

Il grande gioco della ricostruzione dell'Ucraina

La guerra in corso, per altro verso, minaccia di far fallire gli sforzi della Cina per creare un cuneo tra Europa e Stati Uniti. E un attacco nucleare russo contro l'Ucraina o uno dei suoi alleati europei rischierebbe di mettere il continente contro la Cina, mentre una pressione prolungata da parte di Pechino per impedire un simile atto potrebbe aiutare a migliorare le relazioni con l'Europa. Tuttavia, la Cina potrebbe non essere in grado di scoraggiare completamente Putin dai propositi atomici, ha affermato Alexander Gabuev, direttore del Carnegie Russia Eurasia Center: "le armi nucleari sono l'ultima assicurazione che Putin ha contro la sconfitta catastrofica di questa guerra".

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xi avrebbe ammonito Putin su un attacco nucleare in Ucraina
Today è in caricamento