rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Il compromesso / Ucraina

Zelensky "apre" alla pace con la Russia rinunciando alla Crimea

Intervenendo in videocollegamento alla Chatham House, il presidente ucraino ha lasciato intendere che sarebbe disposto ad accettare un accordo se le forze di Mosca si ritirassero "sulle posizioni del 23 febbraio"

Nessuna cessione di nuovi territori, ma la disponibilità a siglare un accordo di pace senza reclamare la restituzione della Crimea (annessa dai russi nel 2014). Il presidente ucraino Zelensky apre al "compromesso" con Mosca e traccia i possibili confini di un'intesa. Intervenendo in videocollegamento alla Chatham House, centro studi britannico con sede a Londra, ha lasciato intendere che almeno per ora Kiev non pretenderebbe la restituzione della Crimea. Sarebbe invece disposta ad accettare un accordo di pace con la Russia se le forze di Mosca si ritirassero "sulle posizioni del 23 febbraio". "Sono stato eletto dal popolo ucraino presidente dell'Ucraina, non presidente della mini Ucraina", ha ribadito con una piccola ma significativa precisazione: "Da parte nostra non tutti i ponti diplomatici sono stati bruciati".

Guerra Russia-Ucraina: le ultime notizie

Le parole del leader ucraino sono state anticipate da Andriy Yermak, capo dell'ufficio della presidenza ucraina. "Oggi l'obiettivo prioritario è finire la guerra e far ritirare le truppe russe almeno ai confini del 23 febbraio. Cadlr (Luhansk e Donetsk, ndr) e Crimea sono due questioni impegnative, che devono essere discusse dai due presidenti. Il presidente dell'Ucraina è pronto a farlo", ha detto in un'intervista all'emittente Rbc-Ukraine, rilanciata da Ukrinform.

Zelensky invita Scholz. E la Germania invia le prime armi pesanti all'Ucraina

Zelensky nel suo intervento ha però sottolineato il dolore per la distruzione materiale e morale di molte aree del suo Paese: "Mariupol è stata torturata a morte. Un esempio di come la tortura e la fame siano usate come armi di guerra (dai russi, ndr)". A Mariupol, ha sottolineato, "la morte non viene causata dalla guerra, da un evento militare. Qui le persone sono state torturate a morte. Questo è terrorismo e odio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zelensky "apre" alla pace con la Russia rinunciando alla Crimea

Today è in caricamento