rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
ricarica wireless

In Italia arriva l'asfalto che ricarica le auto elettriche mentre viaggiano

La fase di test è iniziata sull'A35 Brebemi‐Aleatica: attraverso bobine poste sotto l'asfalto di corsie dedicate e un ricevitore a bordo, le auto elettriche si ricaricano in movimento

Ricaricare la propria vettura elettrica in movimento senza doversi necessariamente fermare ad attaccare la spina presto potrebbe diventare la normalità.

In passato vi avevamo già raccontato di un'azienda tedesca che ha brevettato un asfalto in grado di ricaricare i veicoli elettrici tramite delle bobine installate sotto la sede stradale e sul veicolo. Guarda nella stessa direzione anche il progetto italiano “Arena del Futuro", annunciato a maggio 2021 e attualmente in fase di sperimentazione sull'Autostrada A35 Brebemi?Aleatica, in collaborazione con partner come ABB, Electreon, FIAMM Energy Technology, IVECO, IVECO Bus, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, TIM, Università Roma Tre e Università di Parma.

Colonnine di ricarica in autostrada, il bando slitta ancora

Qui si testa il sistema di ricarica a induzione che attraverso corsie dediacate permette ai veicoli elettrici di ricaricarsi in movimento. La presentazione è avvenuta a Chiari, in provincia di Brescia, alla presenza del presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni e dei partner che partecipano al programma che mira a creare un innovativo sistema di mobilità delle persone e delle merci a zero emissioni lungo corridoi di trasporto autostradali.

Screenshot 2022-06-16 at 17-48-50 287296430_3125540191041403_7345592221317825500_n.jpg (immagine JPEG 1080 × 1080 pixel) - Riscalata (61%)-2

Come funziona la tecnologia Dwpt

La tecnologia, chiamata Dynamic Wireless Power Transfer (abbreviato in Dwpt), funziona grazie a delle bobine poste sotto l'asfalto che, al passaggio dei veicoli dotati di un apposito ricevitore, trasferiscono l’energia dall’infrastruttura stradale al motore elettrico. In tal modo i conducenti di auto elettriche ricavano un vantaggio in termini di carica della batteria e aumento dell'autonomia del proprio veicolo, potendo beneficiare anche di servizi di pagamento integrati. L'impiego di tecnologie avanzate come il 5G e l'AI avranno un ruolo fondamentale nello scambio di informazioni tra veicolo e piattaforme di gestione, e ciò dovrebbe tradursi anche in un aumento della sicurezza stradale e dei flussi di traffico.

Schermata 2022-06-16 alle 18.06.41-2

I vantaggi della ricarica in movimento

La fase di test tutt’ora in corso di svolgimento nell’ambito del progetto italiano “Arena del Futuro”, ha finora confermato i vantaggi che si possono ottenere con la tecnologia Dwpt. Stando a quanto rilevato finora dai ricercatori, la ricarica in viaggio garantirebbe addirittura una maggior efficienza energetica del veicolo. Inoltre se questa tecnologia fosse adottata su larga scala si arriverebbe presto a risultati come la riduzione delle dimensioni delle batterie dei veicoli e ad un aumento della vita media delle stesse (poiché non sarebbero soggette al fenomeno dei picchi di ricarica, venendo alimentate a intervalli durante il giorno). Un altro vantaggio che potrà derivare dall'adozione della tecnologia Dwpt è relativo all'ottimizzazione dei tempi viaggio, con soste più brevi per ricaricare l'auto, anche grazie alla combinazione di diversi sistemi di ricarica.

Se applicata su larga scala, questa innovativa tecnologia che permette alle auto EV di ricaricarsi ha il potenziale per ridefinire il futuro della mobilità elettrica. Oltre ad essere impiegata su strade e autostrade, la sua applicazione risulta vantaggiosa anche all’interno di altre infrastrutture come porti, aeroporti e parcheggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Italia arriva l'asfalto che ricarica le auto elettriche mentre viaggiano

Today è in caricamento